sabato, 2 Marzo 2024
 
HomeVenetoCentro Antiviolenza di Venezia, due nuove case rifugio, altre in arrivo

Centro Antiviolenza di Venezia, due nuove case rifugio, altre in arrivo

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Dati in aumento sulle richieste di aiuto e sulle donne ospitate nelle strutture del Comune

L’amministrazione comunale di Venezia amplia la sua offerta di assistenza alle donne che subiscono violenza. Due, infatti, sono le nuove case rifugio attive sul territorio comunale per accogliere in emergenza le donne vittime di violenza,
la terza sarà operativa entro fine novembre e una quarta aprirà i battenti nel 2024.
È questa la risposta del Comune di Venezia alla piaga della violenza di genere, impegnato in questa battaglia da quando, nel 1994, è stato attivato il Centro Antiviolenza di Villa Franchin, a Mestre, che, grazie al lavoro delle operatrici, fa fronte alle numerose richieste di aiuto da parte di donne in difficoltà.

Il Centro opera anche attraverso 2 sportelli, che si trovano al Lido e a Venezia.
I dati del primo semestre 2023, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente,
certificano un leggero incremento delle richieste di aiuto.

Per quanto riguarda le attivazioni delle operatrici del Centro H24 dal Pronto Soccorso di Mestre e Venezia si è passati dai 41 del primo semestre 2022 ai 59 casi nello stesso periodo del 2023. Sono 84 le donne che si sono rivolte per la prima volta al Cav e agli Sportelli per il progetto di uscita dalla violenza, erano state 63 nei primi sei mesi del 2022.

Leggero incremento anche per il numero di donne, spesso con figli minori, accolte nelle Case Rifugio del Comune di Venezia: 14 nel primo semestre 2022, 16 nello stesso periodo di quest’anno. Sono 20 le donne che negli ultimi mesi del 2023 hanno intrapreso percorsi di inserimento o reinserimento lavorativo. In totale sono 243 le donne inserite nel progetto di protezione e uscita dalla violenza di cui 143 nuovi accessi nel 2022.

“La prevenzione insieme alla sensibilizzazione e alla formazione, restano i pilastri per sradicare o quantomeno arginare la piaga della violenza sulle donne”, dichiara la presidente del Consiglio, Ermelinda Damiano. “È in questa direzione che va, da anni, anche l’impegno dell’Amministrazione Comunale con il Centro Antiviolenza.”

“L’Amministrazione comunale negli ultimi anni ha investito molto nel potenziare i servizi di assistenza alle donne vittime di violenza, aprendo due nuovi sportelli a Venezia e al Lido in epoca Covid e lavorando in particolare sulla prevenzione”, aggiunge l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini.

 
 
 

Le più lette