mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomeRodiginoRovigoI dati del Centro Antiviolenza del Polesine

I dati del Centro Antiviolenza del Polesine

Tempo di lettura: 2 minuti circa

In un anno 92 donne si sono rivolte al Centro Antiviolenza della provincia di Rovigo

Violenza sulle donne

Sono 92 le donne che si sono rivolte per la prima volta al Centro Antiviolenza del Polesine dal primo novembre 2022 al 31 ottobre 2023. E’ questo il dato principale che emerge dal libretto contenente tutti i dati statistici raccolti dal Centro Antiviolenza del Polesine in base alle donne “accolte” nel suddetto periodo. A queste donne si aggiungono 31 donne già accolte negli anni precedenti, che stanno proseguendo il loro percorso di uscita dalla violenza, come spiegano i responsabili del Centro.  Donne sole o con al seguito i figli o le figlie minori che, temendo per la propria incolumità, chiedono di poter essere accolte in un luogo sicuro perché hanno paura di tornare a “casa”. La richiesta di messa in protezione può avvenire in sede di denuncia/querela (vedi il dato “Richiesta dalle Forze dell’Ordine”) oppure direttamente dalla donna (vedi il dato “Ha richiesto la messa in protezione in autonomia”).

Centro Antiviolenza Rovigo gli aiuti per le donne

Successivamente all’accoglienza in emergenza, è necessario costruire con la donna un “progetto d’uscita dalla situazione di violenza”, che abbia quale obiettivo quello del reinserimento sociale della stessa, con la possibilità di un’autonomia abitativa e lavorativa. Il percorso in questione, per i motivi  detti, ha una durata significativa (vedi il dato “Accoglienza in casa rifugio – giorni di permanenza”). Tra i vari dati, da evidenziare quello relativo all’ “Autore della violenza” che per 77 donne su 123 è il marito o convivente.

 
 
 

Le più lette