lunedì, 4 Marzo 2024
 
HomeVicentinoVicenzaIl Comune tampona i maxi costi delle opere pubbliche e cancella i...

Il Comune tampona i maxi costi delle opere pubbliche e cancella i soldi per la Bertoliana

Tempo di lettura: 3 minuti circa

La manovra di assestamento del bilancio cambia destinazione a 6 milioni di euro: soldi per ex Centrale del latte e San Biagio

Mauro Bellesia, ragioniere capo, Isabella Sala vicesindaca e assessora al bilancio e il sindaco Possamai

ll sindaco Giacomo Possamai e la vicesindaca Isabella Sala hanno presentato l’assestamento di bilancio che la giunta sottoporrà al consiglio comunale. Si tratta di una manovra di circa 6 milioni di euro, derivanti per circa 4 milioni dall’avanzo di amministrazione, dal fondo Covid e per 2 milioni da risparmi della spesa energetica.

«È un assestamento importante con il quale facciamo fronte prima di tutto alla grande difficoltà legata ai progetti del Pnrr – sottolinea il sindaco Giacomo Possamai -. Mettiamo infatti 2 milioni e 400 mila euro, una cifra comunque non sufficiente a coprire il disavanzo di 6,6 milioni di euro, che siamo al lavoro per provare a ridurre con una trattativa con le imprese e limando alcune progettazioni. Ci sono poi 2 milioni e mezzo di avanzo che utilizziamo per finanziare le opere che avevamo previsto di coprire a mutuo: non avendo più risorse proprie potremo accedere al fondo statale per l’aumento dei costi del Pnrr. Il budget di mutui non utilizzati potrà essere inoltre usato nel 2024 una volta individuata la soluzione per la nuova Bertoliana: quindi resta intatta la nostra capacità di spesa per procedere con la realizzazione della nuova Biblioteca”.

“Era necessario poi coprire gli extra costi per altre opere pubbliche in corso di realizzazione, come l’ex Centrale del Latte e l’ex Aci a San Biagio. Sottolineo inoltre il finanziamento per integrare il sistema di videosorveglianza, portandola anche fuori dalle mura. Voglio esprimere l’apprezzamento per la volontà espressa da parte dei capigruppo di maggioranza e minoranza per portare da 1400 a 20mila euro il capitolo per il contrasto alla violenza sulle donne: un’iniziativa che è giusto e importante nasca dal consiglio comunale”.

“Fondamentale è stato l’avanzo libero di amministrazione, in cui una componente significativa è costituita dagli extra utili di Agsm Aim – per un totale complessivo per l’anno in corso di 14,7 milioni. Abbiamo così liberato risorse in particolare per la riqualificazione dell’ex Centrale del latte e progetti strategici quali i masterplan per lo sviluppo urbanistico e per Vicenza città universitaria. Non manca il sostegno alle fasce più fragili della popolazione”.

Nel dettaglio, 1 milione e 280 mila euro va alla riqualificazione dell’ex Centrale del Latte. È necessario restituire alla città questa area con nuove funzioni che permettano ai cittadini di viverla nell’estate del 2024». Al masterplan per lo sviluppo urbanistico sono destinati 150 mila euro.

A sostegno del progetto di Vicenza città universitaria vanno 20mila euro per lo sviluppo di un masterplan e 280mila euro per gli interventi di valorizzazione del palazzo ex Aci a San Biagio, che ospiterà il nuovo corso universitario di design industriale”.

In vista dell’adunata nazionale degli Alpini del 2024 a Vicenza sono stati stanziati 600 mila euro a sostegno dell’organizzazione dell’iniziativa, confermando la scelta della precedente amministrazione.

Confermata la scelta di utilizzare i 2 milioni e mezzo di euro, accantonati dalla precedente amministrazione per la nuova Bertoliana, il cui progetto è in fase di ridefinizione, per progetti finanziabili a mutuo al fine di poter accedere nel 2024 al fondo statale di ristoro, previsto per far fronte all’aumento dei costi dei progetti del Pnrr. «Tale manovra – precisa Isabella Sala – non pregiudica la capacità di finanziamento della nuova biblioteca, che potrà beneficiare del maggior budget dei mutui assumibili nel 2024, pari ai mutui non assunti nel 2023».

 
 
 

Le più lette