sabato, 25 Maggio 2024
HomeTrevigianoInclusione attraverso lo sport, nuovo progetto della Provincia di Treviso

Inclusione attraverso lo sport, nuovo progetto della Provincia di Treviso

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Coinvolti istituti alberghieri e società sportive, investimento da centomila euro

Promuovere lo sport e i suoi valori educativi come strumento di sviluppo e di inclusione sociale. La Provincia di Treviso metterà a disposizione per questo obiettivo, centomila euro, ottenuti tramite un bando dell’Unione delle Province d’Italia sui temi dello “Sport, Benessere e Alimentazione” e finanziato nell’ambito del Fondo Politiche Giovanili 2022 e, nello specifico, del programma “Game Upi” (G.iovani A.utodeterminazione M.ovimento E.mpowerment).

Il progetto dell’amministrazione provinciale trevigiana, ente capofila, ha una durata di dodici mesi a partire da febbraio 2024 e si articola in percorsi di aggregazione, socializzazione e sviluppo dei giovani nella fascia d’età tra i 14 e i 35 anni, particolarmente colpiti dagli effetti della pandemia. L’iniziativa mira a creare una rete tra Provincia, istituti scolastici, associazioni sportive dilettantistiche ed enti di terzo settore, promuovendo la partecipazione attiva dei giovani all’interno della comunità attraverso la pratica sportiva.

Partner dell’iniziativa, infatti, sono l’Unione Province Italiane del Veneto, l’Istituto Alberghiero Massimo Alberini (Villorba), l’Istituto Alberghiero Giuseppe Maffioli (Castelfranco Veneto), la Scuola professionale Lepido Rocco (Motta di Livenza), l’ASD Villorba Rugby (Villorba), l’SSD Sport Target (Castelfranco V.to), l’SSD Pallavolo Motta (Motta di Livenza), APS – ASD Treviso Bulls (Treviso), la CSA – Centro Servizi Associati (Conegliano).

“In questi ultimi giorni abbiamo portato a casa grandi risultati – conferma Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso – abbiamo appena concluso il progetto Weget2do, avviato l’anno scorso grazie al prezioso lavoro del nostro Ufficio Europa e dedicato al disagio giovanile, che aveva intercettato la linea di finanziamento messa a disposizione dall’Upi nazionale nell’ambito del Fondo Politiche Giovanili aggiudicandosi 50mila euro per i laboratori multimediali realizzati e presentati il 25 ottobre nel nostro auditorium, insieme alle università partner e alle associazioni locali. In questi mesi avevamo in serbo anche questo nuovo progetto sui temi dello sport, dell’inclusività e della coesione sociale, questioni a cui come Provincia teniamo particolarmente, così abbiamo candidato l’idea progettuale al nuovo bando di Upi per il filone di finanziamenti riservati alle iniziative che valorizzano proprio questi aspetti: oggi la straordinaria notizia che abbiamo ottenuto anche questi centomila euro, fondi che ci consentiranno di organizzare, nel 2024, attività insieme a numerosi istituti scolastici, alle associazioni sportive dilettantistiche locali e a enti del terzo settore”.

Tra le varie iniziative a cui si lavorerà, figurano laboratori sull’educazione alimentare, eventi pubblici di sensibilizzazione della cittadinanza sui valori dello sport come strumento di aggregazione e unione sociale, manifestazioni sportive per favorire l’inclusione dei giovani con disabilità, aprendo occasioni di recupero, socializzazione e integrazione di giovani che vivono contesti delicati e difficili. Non solo, saranno organizzati anche giochi interprovinciali, “senza frontiere”, per favorire lo scambio di esperienze e nuove amicizie.

Le più lette