sabato, 24 Febbraio 2024
 
HomeTrevigianoTrevisoLa Regione commissiona uno studio sul traffico lungo la Treviso-mare

La Regione commissiona uno studio sul traffico lungo la Treviso-mare

Tempo di lettura: 2 minuti circa

L’analisi, affidata a Veneto Strade, sarà propedeutica alla costruzione della Via del Mare, la superstrada da Meolo a Jesolo

La Regione ha affidato a Veneto Strade il compito di realizzare uno studio sul traffico lungo l’attuale SR89 “Treviso-mare” e la viabilità interconnessa. Si tratta di una valutazione in vista della futura realizzazione della “Via del Mare”, la superstrada a pedaggio dal casello di Meolo dell’A4 a Jesolo.

“Lo studio dei flussi di traffico lungo la Treviso Mare e le strade interconnesse e limitrofe ci permetterà di fare le necessarie simulazioni e i dovuti confronti prima e dopo la realizzazione della “Via del mare”, spiega la vicepresidente e assessore regionale alle Infrastrutture, Elisa De Berti, “così da adottare le eventuali misure correttive che consentano di non appesantire la viabilità locale. La nuova superstrada a pedaggio si sovrapporrà, infatti, per alcuni tratti, al tracciato esistente della SR 89 oltre ad interconnettersi con la SS 14 “Triestina” e con altre vie provinciali e comunali della zona. Essendo il Veneto la prima regione italiana per la presenza di turisti, resta prioritario, infatti, il potenziamento della viabilità di accesso alle aree a vocazione turistica che saranno interessate dalla nuova opera, quali il litorale veneziano, i Comuni di Jesolo e Cavallino Treporti”.

Via del Mare, ecco cosa analizzerà lo studio commissionato a Veneto Strade

Lo studio, che la Regione finanzierà con 63 mila euro, comporterà la redazione di un’analisi sulle percorrenze attuali del traffico lungo la Strada Regionale 89 “Treviso Mare” e la viabilità interconnessa.

“Veneto Strade eseguirà una campagna di indagini e rilievo di traffico lungo la SR 89 e la viabilità di accesso al litorale jesolano”, conclude De Berti, “redigendo una relazione delle attività realizzate corredata dalla relativa documentazione tecnica, quali cartografie, supporti digitali. Lo studio consentirà di evidenzierà le criticità eventuali e future che potrebbero derivare dal nuovo assetto viabilistico sia in termini di aumento del traffico, dove sarà realizzata la nuova infrastruttura, sia come decremento dello stesso, dal momento che le strade interconnesse non avrebbero più un ingresso diretto all’arteria stradale. Un altro passo verso la costruzione di un’opera strategica per il territorio a beneficio di residenti, lavoratori e turisti”.

 
 
 

Le più lette