sabato, 24 Febbraio 2024
 
HomeRodiginoProvincialeLe caserme dei Carabinieri s’illuminano d’arancio

Le caserme dei Carabinieri s’illuminano d’arancio

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il Comando Provinciale dei Carabinieri ha aderito alla campagna Onu “Orange the World”

Anche quest’anno, in occasione del 25 novembre giornata internazionale contro la violenza sulle donne l’Arma dei Carabinieri ha aderito alle iniziative della campagna internazionale ORANGE THE WORLD – promossa dall’ONU e sostenuta in Italia dal Soroptimist International – ed ha illuminato di arancione le caserme che ospitano locali idonei all’ascolto protetto delle vittime di violenza.

In Polesine, per dire basta alla violenza sulle donne in occasione del 25 novembre, sono state illuminate di arancione, colore scelto quale simbolo di un futuro senza violenza basata sul genere.

Caserma dei carabinieri illuminata a Occhiobello

La caserma sede della Stazione Carabinieri di Occhiobello ove, sin dall’anno 2020, è operativa una stanza adibita alle audizioni protette, denominata “SAFE SPACE”, realizzata su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della locale Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, con il contributo economico volontario di aziende della provincia. Il “SAFE SPACE” è un ambiente allestito in modo da garantire la privacy delle donne vittime di violenza ove, personale appositamente formato, le riceve in un ambiente confortevole e meno “istituzionale” (gli arredi sono stati scelti tenendo conto della psicologia dei colori e delle immagini ed è presente un angolo per l’accoglienza o lo svago dei bambini).

Caserma dei carabinieri illuminata a Rovigo

La caserma di via Silvestri di Rovigo, sede del Comando Provinciale, avvenuta su richiesta della presidente del Club rodigino di Soroptimist International d’Italia che, in collaborazione con la ULSS 5 di Rovigo, ha promosso la realizzazione di una “Stanza tutta per sé” presso il Presidio Ospedaliero di Adria (RO), luogo a disposizione dell’Arma dei Carabinieri per l’audizione delle vittime di violenza, anche con predisposto p.c. portatile da utilizzare per le audizioni audio video.

 
 
 

Le più lette