martedì, 27 Febbraio 2024
 
HomePoliticaVia del Mare, De Berti: opera strategica per il territorio? Ce lo...

Via del Mare, De Berti: opera strategica per il territorio? Ce lo diranno i flussi

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Affidato gli studi di flusso sulla Treviso-Mare ed aree limitrofe a Veneto Strade per comprendere l’utilità e come sviluppare la nuova infrastruttura che collegherà l’A4 al litorale di Jesolo

La vice presidente della Regione Veneto e assessora alle infrastrutture e ai trasporti Elisa De Berti

Elisa De Berti, Vicepresidente della Regione del Veneto e Assessore alle Infrastrutture e trasporti ha presentato l’affidamento a Veneto Strade delle indagini sui flussi di traffico lungo la Strada Regionale 89 “Treviso Mare” e le vie adiacenti. L’obiettivo è di realizzare simulazioni e analisi comparate prima e dopo l’implementazione della Via del Mare. Questa indagine, supportata da un finanziamento regionale di 63 mila euro, permetterà di identificare e affrontare eventuali criticità, evitando di gravare sulla viabilità locale. La nuova superstrada a pedaggio, che si sovrapporrà in alcuni tratti al tracciato esistente, promette di essere un’infrastruttura strategica per l’intera area.

De Berti: benefici per turisti e residenti

Secondo la numero due di Palazzo Balbi: “il progetto della Via del Mare non solo rafforzerà la posizione del Veneto come destinazione turistica primaria, ma porterà anche benefici tangibili ai residenti. Con la creazione di nuovi collegamenti stradali e l’ottimizzazione delle arterie esistenti, il progetto mira a fluidificare il traffico e a migliorare l’accesso alle zone turistiche, compresi i Comuni di Jesolo e Cavallino Treporti. Questa iniziativa dimostra un impegno costante della Regione nel costruire infrastrutture che supportino sia l’economia locale sia la qualità della vita dei cittadini.”

 
 
 

Le più lette