mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomeBreaking NewsA Mogliano un Natale nel segno della solidarietà e della sostenibilità

A Mogliano un Natale nel segno della solidarietà e della sostenibilità

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Un Natale di solidarietà e socialità a Mogliano Veneto. Lo dimostrano le luminarie a led diffuse, che invitano i cittadini a vivere il commercio di  prossimità, incoraggiandoli ad uscire di casa per fare acquisti a piedi

Tra  le iniziative più attese, spiccano l’annuale mercatino dell’Antiquariato e la XXXVIII Mostra Mercato del Radicchio Rosso di Treviso I.G.P. “Fiore d’Inverno”, che offriranno ai cittadini l’opportunità di  trascorrere momenti piacevoli e di scoprire le tradizioni locali. Altro elemento cardine delle iniziative natalizie moglianesi è il coinvolgimento attivo delle associazioni nel tessuto sociale e in eventi o attività che rafforzano il senso di appartenenza alla comunità.

Per tutto il mese di dicembre torna inoltre la pista di pattinaggio sul ghiaccio in Piazza  Caduti. Infine, per favorire la coesione tra il centro e le frazioni, in ogni quartiere è  stato posizionato un albero di Natale e una casetta in legno. “In uso alle associazioni locali, queste casette  sono oramai punti di riferimento per la comunità, poiché svolgono funzione aggregante e promuovono il valore di appartenenza” sottolinea il Comune.

“Quest’anno vogliamo celebrare il Natale e le iniziative ad esso legate con un forte  impegno verso la comunità in termini di sostegno alle attività produttive, coinvolgimento delle  associazioni locali e rispetto per l’ambiente” commenta il sindaco Davide Bortolato

“Il Natale 2023 a Mogliano Veneto sarà l’occasione per riscoprire i veri valori della solidarietà, della  socialità e della sostenibilità, in direzione di una comunità ancora più forte e coesa. Anche quest’anno  abbiamo destinato un contribuito economico alle Associazioni di Quartiere per aiutarle ad organizzare  iniziative che coinvolgano attivamente i residenti. Auguriamo a tutti i cittadini di vivere un sereno e  felice Natale.» conclude Giorgio Copparoni, assessore alla Cultura e alle Attività Produttive.

 
 
 

Le più lette