mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomeBreaking NewsA Treviso, un progetto per rendere autonomi i disabili adulti

A Treviso, un progetto per rendere autonomi i disabili adulti

Tempo di lettura: 2 minuti circa

I 32 giovani coinvolti impareranno competenze di base per vivere da soli e lavorare

Formare alcuni giovani adulti con disabilità a essere il più possibile autonomi, perché possano vivere da soli e possano lavorare. Nella Marca trevigiana ha preso il via il progetto “Real Life”, promosso dall’Ambito territoriale sanitario, con capofila il Comune di Treviso, insieme all’Ulss 2, le altre amministrazioni comunali dell’area, svariate coop e associazioni del terzo settore.

Tre fasi finanziate con fondi del Pnrr

Finanziato con 715mila euro del Pnrr, il progetto si articola in tre passi principali. Nel primo 32 persone stanno partecipando al Campus delle abilità: sul modello di un percorso universitario, imparano e sperimentano alcuni aspetti per una vita autonoma. In una seconda fase verranno avviati due co-housing, di cui uno nella sede della Cooperativa Solidarietà, a Monigo, alle porte di Treviso, e l’altro nella sede di Arep a Villorba. L’ultima azione prevede la realizzazione di sette piccoli co-working di tre persone ciascuno: dopo un’apposita formazione, saranno impegnate in attività legate al digitale, come la segreteria o la gestione del magazzino.

Il Pnrr nel nostro territorio non è una mera sigla ma ha il volto di 32 persone che hanno deciso di mettersi in gioco, con le loro famiglie, per realizzare nuovi percorsi per il loro progetto di vita”, sottolinea Gloria Tessarolo, assessore alla Città inclusiva del Comune di Treviso. All’iniziativa collaborano anche Enrico Miatto e altri docenti dello Iusve – Università pontificia salesiana di Mestre e la famiglia Martellone – Carniato, che ha messo a disposizione un immobile.

 
 
 

Le più lette