venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomeSportCalcio C, il Vicenza pareggia a Novara 2-2

Calcio C, il Vicenza pareggia a Novara 2-2

Tempo di lettura: 2 minuti circa

La squadra di Diana, trova il vantaggio al 94 con Ferrari, ma allo scadere si fa acciuffare

A Novara, contro l’ultima della classe non serve la doppietta di bomber Ferrari. A sbloccare il risultato sono proprio i padroni di casa al 31′ con Corti, poi nella ripresa  pareggio all’ 80′ di Ferrari su assist di Della Morte. Al 94′ Ferrari crossa dalla destra per il colpo di testa vincente di Costa,, ma al 97’ i piemontesi gelano i vicentini con il gol del  pareggio di Scappini.  Venerdì 8 dicembre, alle 17, allo stadio Menti arriva la capolista Mantova.  “Brucia, parecchio, dice mister Diana. Parecchio perché pensavamo di aver fatto quello che solitamente non facciamo, cioè riprendere una partita, portarci in vantaggio e invece, non siamo comunque riusciti ad essere forti nell’ultimo minuto, dove non c’è schema, non c’è nulla, in quell’ultimo minuto lì.
Dopo se andiamo a riguardare un po’ le cose, è chiaro che dovevamo fare in quel minuto lì qualcosa di meglio, è chiaro il rinvio del portiere, un posizionamento, poi c’è il fuorigioco del giocatore del Novara che è piuttosto chiaro, dietro il nostro portiere, però abbiamo concesso quell’occasione lì che si può anche non concedere o comunque occorre far tutto il possibile perché questo non avvenga, anche come spirito di sopravvivenza.
E quindi brucia, perché avevamo indirizzato la partita dove volevamo noi, con grande sacrificio, con grande fatica anche rimanendo ordinati e cercando di recuperare la partita. Ci sono mancati 30 secondi dei 100 minuti che abbiamo giocato, gli ultimi 30 secondi li abbiamo sprecati e sono molto dispiaciuto, come sono molto dispiaciuti i ragazzi. Siamo tutti dispiaciuti, perché era una vittoria importante, sarebbe stata la sesta, su sette partite, ci dava il modo di andare ad affrontare la prossima in maniera consistente, e niente, non ce l’abbiamo fatta, facciamoci un altro, ennesimo, mea culpa. Però bisogna avere delle caratteristiche diverse in quel minuto lì, anche perché non siamo una squadra giovanissima.
L’ultimo minuto i posizionamenti non esistono, fai una linea di 11 giocatori solitamente e la butti via, poi prima avevamo la palla noi con il portiere, magari il rinvio invece di farlo centrale, sono tutte cose che anche molto probabilmente, dopo l’emozione di aver fatto il goal, abbiamo sprecato tante energie, invece lì io ho continuato a dire ritornate, rimettetevi a posto, rimettetevi a posto perché c’era ancora un minuto di partita, si è confermato un po’ quello che sono loro, che recuperano le partite negli ultimi secondi e noi che cerchiamo sempre delle occasioni, non c’è stata sconfitta, è chiaro, però, abbiamo sprecato un ulteriore occasione importante.”

 
 
 

Le più lette