venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomeBreaking NewsPadova, tornano le idee solidali del Cuamm: per un Natale che non...

Padova, tornano le idee solidali del Cuamm: per un Natale che non dimentica nessuno

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Dal calendario, all’agenda, dal taccuino; alla linea artigianale di prodotti africani; senza dimenticare l’abbigliamento e i panettoni

E’ Natale: tempo di regali e doni solidali. Come quello che fa arrivare un po’ di aiuto anche in Africa, sostenendo il lavoro di medici e operatori, Medici con l’Africa Cuamm propone la linea di regali “Natale con l’Africa”.

“Visioni d’Africa” è il titolo dell’edizione speciale 2024 del calendario Cuamm, firmato da Giordano Poloni, che attraverso il suo tratto originale e innovativo, propone una varietà di forme espressive per intraprendere un viaggio nel cinema africano. Dodici tavole interpretano dodici pellicole e fanno scoprire nuovi mondi e prospettive diverse. La linea propone: il calendario da muro e quello da tavolo, l’agenda, il taccuino, una felpa, una borraccia e una mug, con diverse illustrazioni.

Tornano anche quest’anno i panettoni classici e al cioccolato, forniti dalla cooperativa Liberamondo. Non mancano le eco-candele e i biglietti di auguri personalizzati.

La linea artigianale di prodotti africani offre astucci, zainetti a sacco con inserto in ecopelle, borse, portamonete, porta-occhiali, cuffiette da medico o da cuoco e trousse. Mentre nella linea per la casa si possono trovare coloratissimi tovagliette, portapane, porta torte e tante diverse palline per decorare l’albero di Natale.

Importanti novità anche per la linea istituzionale di abbigliamento, che quest’anno comprende felpe bordeaux con zip e cappuccio, con logo Medici con l’Africa Cuamm ricamato, la nuovissima felpa blu “Afronauts”, con un’illustrazione tratta dal calendario 2024 e una t-shirt bianca con un’Africa illustrata da Andrea Mongia.

E per chi desidera scegliere un regalo simbolico, le Buone Cause proposte dal Cuamm vanno dalle vaccinazioni pediatriche al parto assistito a una mamma africana; dal voucher per il trasporto in ambulanza, alla formazione per un operatore sanitario. Per una solidarietà che vada oltre i confini del nostro piccolo mondo.

 
 
 

Le più lette