sabato, 2 Marzo 2024
 
HomeSenza categoria8 e 9 giugno si vota per le Elezioni Europee

8 e 9 giugno si vota per le Elezioni Europee

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Elezioni Europee 8 e 9 giugno: quanto prevede la bozza del decreto legge in materia di elezioni atteso domani in Consiglio dei ministri

Le elezioni europee in Italia si terranno dalle 14 alle 22 di sabato 8 giugno e dalle 7 alle 23 di domenica 9 giugno. E’ quanto prevede la bozza del decreto legge in materia di elezioni atteso domani in Consiglio dei ministri.

Gli stessi giorni e orari si applicano in caso di contemporaneo svolgimento delle elezioni per il Parlamento europeo con quelle regionali e con un turno delle amministrative per i Comuni. In questi casi, terminate le operazioni di voto si procede con lo scrutinio per le Europee. Alle 14 di lunedì 10 giugno avrà inizio quello per le Regionali, passando poi senza interruzione a quello per le Amministrative.

Tre mandati di fila per sindaci fino a 15mila abitanti

La bozza, passibile di variazioni, del decreto legge in materia di elezioni prevede anche un terzo mandato consecutivo per i sindaci dei Comuni tra 5mila e 15mila abitanti, dove ora vige il limite di due mandati di fila. Il provvedimento modifica l’articolo 51 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, eliminando inoltre i limiti (ora di 3 mandati consecutivi) per i sindaci dei Comuni fino a 5mila abitanti. La norma precisa che i mandati svolti o in corso all’entrata in vigore del decreto si computano per l’applicazione delle disposizioni.

Elezioni europee, tra tattiche e polemiche il centrodestra è diviso

Per quanto riguarda le strategie in vista delle elezioni europee, la Premier Giorgia Meloni sembra orientata a capitalizzare la popolarità di cui ancora gode in questa prima fase di governo, candidandosi come capolista in ogni circoscrizione nonostante poi non potrebbe ricoprire la carica per cui verrebbe eletta, ma farebbe gli interessi del suo partito. Una strategia copiata direttamente da Silvio Berlusconi: candidato nonostante fosse premier nel ’94, nel 2004 e 2009. Di altro avviso è, questa volta, Salvini. Il leader del Carroccio nel 2019 aveva usato la stessa tattica ma, ora, sembra temere di misurarsi con la leader del centrodestra e perdere ancora terreno dentro la maggioranza. Cruciale il nodo delle regionali.

Il gelo tra Giorgia Meloni e Matteo Salvini in vista delle Regionali 2024
Il gelo tra Giorgia Meloni e Matteo Salvini in vista delle Regionali 2024

Elezioni europee, Schlein e il Partito Democratico studiano le strategie da mettere in atto

Elly Schlein con il segretario cittadino del PD di Padova Franco Corti
Elly Schlein con il segretario cittadino del PD di Padova Franco Corti

Anche per il Partito Democratico è tempo di studiare ed ufficializzare le candidature per le prossime elezioni europee dell’8 e 9 giugno. La segretaria Elly Schlein si trova di fronte ad un bivio: accettare la sfida a distanza con Giorgia Meloni oppure dare la precedenza a candidature che effettivamente rappresentino i territori.

Enrico Caccin

 
 
 

Le più lette