venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomeNewsletterAl via il Carnevale di Venezia con il corteo acqueo, una grande...

Al via il Carnevale di Venezia con il corteo acqueo, una grande festa all’insegna della sostenibilità

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Con il corteo acqueo si è aperto domenica 28 il Carnevale di Venezia, in migliaia in città a fare festa

In una domenica baciata dal sole, Venezia dà ufficialmente il via al suo appuntamento principale dell’anno, il Carnevale più bello del mondo, quest’anno dedicato alla figura di Marco Polo a 700 anni dalla nascita e all’insegna della sostenibilità.

Tra fumi colorati, palloncini e coriandoli, questa mattina, dal Canal Grande si è dato il via ufficiale al Carnevale di Venezia 2024 “Ad Oriente. Il mirabolante viaggio di Marco Polo” con un centinaio di imbarcazioni tradizionali veneziane, addobbate e coloratissime, che ha solcato la via d’acqua più fotografata al mondo trasportando la maxi pittoresca “Pantegana” in cartapesta, che si è aperta, tra sfavillanti effetti speciali, davanti al Ponte di Rialto sotto gli occhi di migliaia di spettatori. Manifestazione che si è svolta in totale sicurezza, come ha spiegato il direttore operativo di Vela spa Fabrizio D’Oria.

Particolare attenzione è stata data al tema della sostenibilità: i palloncini erano prodotti con materiali certificati Fsc e la maggior parte è stata vincolata alla Pantegana in cartapesta affinché non venissero dispersi, mentre i coriandoli utilizzati erano biodegradabili. In ogni caso, una imbarcazione di Veritas, la società che si occupa dell’igiene ambientale, ha presidiato il Canal Grande per recuperare coriandoli e stelle filanti finiti in acqua.

Il corteo è stato un lento percorso, realizzato in collaborazione con il Coordinamento delle Associazioni Remiere di Voga alla Veneta, che ha terminato i festeggiamenti in Erbaria, dove sono state premiate le 3 barche più singolari e meglio addobbate: le “farfalle”
della Remiera Casteo, le “fragole” di Murano, e le “draghette” della Bucintoro.

“Oggi inizia il Carnevale di Venezia baciato dal sole con tante famiglie e bambini. A Venezia bisogna venire sempre sotto il segno del rispetto, per la città, per l’arte, per la cultura e la nostra storia ed è quello che sta succedendo oggi, confermando che Venezia è pronta ad accogliere tutti coloro che la amano e la rispettano. Dobbiamo davvero credere di riuscire ad essere una città che accolga e anche regoli le tante presenze. Invito tutti a venire a Venezia per festeggiare con noi il Carnevale, sempre nel rispetto che si merita” ha dichiarato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro.

“L’apertura del Carnevale veneziano non poteva che iniziare in questo modo, con centinaia di vogatori che hanno dichiarato la partenza dei festeggiamenti in acqua e a terra – ha esordito il consigliere delegato alla Tutela delle Tradizioni, Giovanni Giusto –
I veneziani si sono radunati lì, dove l’acqua li protegge, mentre i veneziani del mondo hanno accompagnato da terra il loro passaggio. Siamo tutti Marco Polo per questo Carnevale, tutti pronti a festeggiare fino al 13 febbraio, nel pieno rispetto della città”.

“Finalmente è partito il Carnevale di Venezia in nome di Marco Polo. Questa mattina i veneziani sono scesi sul Canal Grande con le loro barche di voga alla veneta e abbiamo fatto la prima grande festa veneziana sull’acqua. Siamo qui, in questa città meravigliosa, a festeggiare Marco Polo perché siamo tutti sognatori e viaggiatori come lui. Non mancate al Carnevale di Venezia 2024” ha dichiarato il direttore artistico Massimo Checchetto.

Carnevale si è festeggiato anche lungo la fondamenta di Cannaregio, sempre nell’ambito della Festa venexiana, con un tradizionale percorso enogastronomico della tradizione offerto da Aepe – Associazione Esercenti Pubblici Esercizi di Venezia.
Per tutta la città, poi, sono continuati anche gli spettacoli diffusi nei campi di Venezia e sul palco di Piazza Ferretto a Mestre. A Dese, invece, si è dato il via alle sfilate dei carri allegorici che si susseguiranno durante tutto l’arco del Carnevale.

 
 
 

Le più lette