mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomeAppuntamentiCarnevale a Verona: oltre 50 gli eventi in programma. Per la prima...

Carnevale a Verona: oltre 50 gli eventi in programma. Per la prima volta il Papà del Gnoco sarà eletto in conclave

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Per la prima volta, il Papà del Gnoco verrà eletto attraverso un conclave composto da 21 veronesi che hanno vestito la maschera di Verona.

Sono ben 50 gli eventi nel cartellone della 494^ edizione del Bacanal del Gnoco. L’ampio programma è stato presentato questa mattina in Sala Arazzi a Palazzo Barbieri. Già a novembre si è tenuta l’elezione delle prime maschere, che vedranno coinvolti tutti i quartieri della città, con sfilate ed ospiti  provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Elezione del Papà del Gnoco

La più grande novità di questa edizione riguarda l’elezione del Papà del Gnoco. Per la prima volta verrà eletto attraverso un conclave composto da 21 veronesi che hanno vestito la maschera della città. Si riuniranno in una stanza in piazza San Zeno, nella mattinata di domenica 21 gennaio dove rimarranno fino alla classica fumata bianca che decreterà chi sarà il Papà del Gnoco 2024.

L’incoronazione sarà martedì 23 in Gran Guardia, dove è in programma un grande evento con importanti ospiti veronesi. Seguiranno poi tutti i principali appuntamenti tradizionali, dalla sfilata del Venardì Gnocolar del 9 febbraio fino al Luni Pignatar e il Martedì Grasso al Porto San Pancrazio.

Dal 16 febbraio al 17 marzo inoltre sarà aperto il Villaggio delle Tradizioni nella nuova area all’interno del Giardino d’Estate, all’angolo tra viale Cristoforo Colombo e via Vittime Civili di Guerra a ridosso del Parco delle Mura, con eventi programmati in tutti i fine settimana, iniziative per bambini, laboratori per tutti e la presenza delle associazioni del territorio che condivideranno le loro attività.

Tutto il programma completo è sul sito www.carnevaleverona.it 

Presentazione del programma

Il programma è stato illustrato dall’assessora alla Cultura Marta Ugolini e dal presidente del comitato direttivo del Bacanal del Gnoco Valerio Corradi. Presenti anche tre componenti della Commissione Paritetica del Carnevale e il Papà del Gnoco.

“Una tradizione che parte dal 1531 da un bisogno di base, cioè di sfamarsi, ma anche per alleggerirsi, divertirsi e stare con gli altri e vivere momenti di allegria e spensieratezza – afferma l’assessora alla cultura Marta Ugolini -. Per questo motivo come Amministrazione siamo  contenti di mantenere e portare avanti questa ricorrenza, consapevoli che si tratta di una tradizione radicata che tuttavia cerca di innovarsi edizione dopo edizione. Ringraziamo Valerio Corradi e tutti i Comitati rionali che rendono il carnevale un’iniziativa che coinvolge tutti i cittadini e le cittadine, ma anche la Polizia locale che contribuisce a garantire la sicurezza e la viabilità durante il Venardì Gnocolar”.

“Quest’anno sarà un carnevale cronologicamente compresso – spiega Valerio Corradima la tradizione sarà salvaguardata, grazie ai tanti volontari dei quartieri che si dedicano a questa passione. Domenica 21 gennaio sarà una giornata importante, con l’elezione del Papà del Gnoco che avverrà in conclave, così come sarà una grande festa quella del 23 per l’incoronazione in Gran Guardia. Oltre ai grandi eventi poi, a cui parteciperanno ospiti da tutta Italia, invitiamo tutti al Giardino d’Estate dove ci saranno tante iniziative tra cui anche la possibilità di ballare il liscio ogni giovedì sera”.

 
 
 

Le più lette