venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomeRubricheCriptovaluteCosa sono le presale di criptovalute?

Cosa sono le presale di criptovalute?

Tempo di lettura: 4 minuti circa

Una strategia comune, le presale presentano vantaggi e svantaggi per i trader. Come funzionano: gli esempi di Sponge V2 e Bitcoin Minetrix

La presale è una strategia comunemente utilizzata dai nuovi progetti nel settore delle criptovalute. In generale, la presale serve a raccogliere i fondi necessari per lo sviluppo di una piattaforma e il lancio sul mercato di un nuovo token.

Allo stesso modo, le presale servono a presentare una nuova criptovaluta prima del suo lancio sul mercato, attirando i trader interessati e creando hype.

Per convincere i trader ad investire sul progetto, i team di sviluppo sono soliti vendere la criptovalute in presale a un valore scontato rispetto a quello previsto per il listing sul mercato.

Un altro metodo comunemente utilizzato è dividere la presale in fasi. Ogni fase della presale vedrà il valore del token aumentare, invogliando i trader a comprarlo a un valore basso.

Durante le presale, il team di sviluppo può decidere di creare degli airdrop per la distribuzione gratuita di un determinato numero di token.

Le presale di criptovalute presentano diversi vantaggi. Prima di tutto danno la possibilità di comprare un token a un valore conveniente, in modo da poter guadagnare con il suo lancio sul mercato.

Inoltre, investendo in una presale è possibile partecipare allo sviluppo di un nuovo progetto, entrando a far parte di una community di appassionati.

Chiaramente, ci sono anche degli svantaggi, in quanto non è detto che una criptovaluta in presale abbia successo dopo il listing sugli exchange. Per questo i trader sono soliti investire piccole somme nelle nuove presale, in modo da mitigare i rischi.

Prima di investire in una presale, occorre informarsi sul progetto, recandosi sul sito web ufficiale e leggendo attentamente il whitepaper.

Al momento, SPONGE V2 e Bitcoin Minetrix sono le presale più interessanti. Vediamo quali sono le loro caratteristiche principali.

SPONGE V2

La nuova versione della famosa meme coin lanciata nel 2023, SPONGE V2 è stata creata dal team di sviluppo per dare nuova linfa vitale al token originale.

La meccanica Stake-To-Bridge, consentirà al team di esaurire le scorte della prima versionee passare a SPONGE V2.

Secondo i dati pubblicati sulla dashboard ufficiale della meme coin, attualmente il totale di SPONGE messi in stake per il bridging ammonta a più di 5,7 miliardi di token, mentre il tasso di ricompensa è del 283%.

I trader possono comprare il token SPONGE V2 utilizzando ETH, USDT o carta di credito sul sito ufficiale del progetto.

I token Sponge acquistati verranno messi automaticamente in stake e bloccati. Il periodo di blocco prevede la conversione dei token in SPONGE V2. Una esaurita la fornitura totale di SPONGE sul mercato, i trader potranno prelevare i loro SPONGE V2, sempre dal sito ufficiale.

A differenza del token originale, SPONGE V2 diventerà lo utility token per un gioco di corse Play-to-Earn (P2E) con le caricature dei personaggi del noto cartone animato SpongeBob SquarePants.

Il gioco P2E offrirà agli utenti l’opportunità di divertirsi e vincere ricompense in Sponge V2, contribuendo al contempo a mantenere il token rilevante sul mercato e a raggiungere gli obiettivi delineati nella roadmap.

Secondo la roadmap ufficiale di SPONGE V2, il team si impegnerà per la formazione di una community solida composta da almeno 10.000 titolari del token, oltre al raggiungimento di 100 milioni di dollari di market cap.

SPONGE V2 presenta un’offerta totale di 150.000.000.000 token, distribuiti con il 43,09% destinato allo staking, il 26,93% al bridging dalla V1 alla V2, il 7,50% al marketing, il 12,47% allo sviluppo del gioco P2E e le relative ricompense, mentre il restante 10% sarà allocato alla liquidità CEX.

VISITA IL SITO DI SPONGE V2

Bitcoin Minetrix

Bitcoin Minetrix mira a rendere accessibile il cloud mining di Bitcoin anche a chi non ha le competenze tecniche o le risorse economiche per acquistare e mantenere il costoso hardware necessario per il mining.

La piattaforma di Bitcoin Minetrix si basa sullo staking del token nativo BTCMTX. Gli utenti che mettono in staking i loro BTCMTX ricevono crediti di mining non scambiabili. Bruciando questi crediti, è possibile generare hashrate e ricevere ricompense in BTC.

In questo modo, i trader potranno decidere quanto investire nel mining del Bitcoin, senza dover sottostare ai tipici contratti dei servizi di cloud mining.

I titolari infatti, avranno la piena proprietà dei loro BTCMTX che potranno vendere, mettere in staking e prelevare in qualsiasi momento, senza il coinvolgimento di terze parti.

La presale di Bitcoin Minetrix è già in corso e ha già raccolto oltre 9 milioni di dollari. I token BTCMTX sono attualmente venduti a un valore di 0,013 dollari.

È possibile comprare i BTCMTX collegando il proprio wallet al sito ufficiale del progetto. Fino al lancio della piattaforma, previsto per il 2024, i BTCMTX acquistati con ETH, USDT o carta di credito verranno automaticamente messi in staking per ottenere ricompense passive in BTCMTX in base all’APY.

Gli sviluppatori del progetto mirano a raccogliere fino a 15 milioni di dollari, per avviare il servizio di cloud mining, abilitare la funzionalità Stake-To-Mine e sviluppare una dashboard per la gestione dei BTCMTX.

Per quanto riguarda la tokenomics, Bitcoin Minetrix ha un’offerta totale di 4.000.000.000 BTCMTX, di cui il 42,5% è destinato alla presale, il 35% al marketing, il 12,5% alle ricompense di staking e il restante 10% ai premi per la community.

VAI ALLA PRESALE DI BITCOIN MINETRIX

 

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO
Give Emotions e la testata La Piazza Web non si assumono alcuna responsabilità per il testo contenuto in questo pubbliredazionale (realizzato dal cliente) e non intendono incentivare alcun tipo di investimento.

 
 
 

Le più lette