mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomePadovanoPadova SudIl 2024 per Maserà sarà l’anno delle grandi opere e dei cantieri...

Il 2024 per Maserà sarà l’anno delle grandi opere e dei cantieri aperti

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Lavori pubblici a Maserà, il sindaco Volponi: “Abbiamo in programma due milioni di investimenti”

Se si concretizzeranno le entrate comunali previste dal bilancio, per Maserà il 2024 sarà l’anno delle grandi opere. «Avendo deciso di non aumentare le tasse – annuncia il sindaco Gabriele Volponi – il bilancio si sosterrà sugli oneri di urbanizzazione. Abbiamo in programma due milioni di investimenti in opere pubbliche: trecentomila euro arriveranno da un contributo Sisus (Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile) all’interno della Città Metropolitana e che saranno destinati alla riqualificazione del centro cittadino. Attendiamo poi cinquecentomila euro dalla variante adottata ad aprile di prossima approvazione e un milione e duecentomila euro dall’operazione della logistica».

Con l’approvazione della variante generale si darà la possibilità ai cittadini di completare alcuni piccoli interventi edilizi in lotti liberi minimali presenti nel centro di Maserà. Mentre l’inserimento di un polo logistico logistica in zona artigianale si trova attualmente in valutazione in Regione e per gennaio dovrebbe essere licenziata.

«Se nelle casse comunali entreranno gli oneri di queste due operazioni saremo in grado di avviare un importante piano di opere pubbliche – prosegue il sindaco –. Contiamo su questi introiti, in quanto abbiamo deciso di mantenere la tassazione invariata, nonostante l’aumento delle spese. Ho provato a fare una proiezione con l’aumento di Irpef e Imu come i Comuni contermini e ci garantirebbe un’entrata in più di trecentomila euro. Soldi che potremmo usare per accendere e pagare un mutuo ventennale di sei milioni di euro e avviare così molte nuove opere. Ma la scelta è stata di non incidere sulle famiglie, contando di incassare gli oneri».

Se il Comune riuscirà ad incassarli, potrà realizzare il marciapiede in via Chiusure, le opere di urbanizzazione del palazzetto polivalente, il recupero dell’ex asilo in via Fiume per trasformarlo in un centro ricreativo giovanile.

Nel 2024 troveranno realizzazione anche la casa di riposo e la rotatoria di via Bolzani. La casa di riposo dovrebbe iniziare la propria attività a febbraio: accanto a lei sono già iniziate le opere di urbanizzazione della Casa di comunità che ospiterà di ambulatori del medici e a seguire sarà edificata la sede della Croce Rossa. Per la fine del prossimo anno dovrà essere realizzata la rotonda di via Bolzani: al momento il Comune sta lavorando allo studio di fattibilità e nei prossimi mesi definirà il piano di espropriazione delle aree necessarie.

Cristina Salvato

 
 
 

Le più lette