sabato, 2 Marzo 2024
 
HomeVenezianoMiranese SudMirano, il sindaco Baggio guarda al futuro: “Un 2024 fra cantieri e...

Mirano, il sindaco Baggio guarda al futuro: “Un 2024 fra cantieri e sociale”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Intervista al sindaco di Mirano Tiziano Baggio: “Stiamo erogando gli stessi servizi spendendo 700mila euro in più per l’aumento generale dei costi, il debito del Comune sta diminuendo con l’estinzione di otto mutui”

Si è chiuso il secondo anno di mandato per il sindaco di Mirano Tiziano Baggio, sicuramente un’esperienza appassionante ma certamente non priva di difficoltà. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare il bilancio dell’anno che si è appena chiuso e quali saranno le sfide che lo attendono per il 2024 che si è appena aperto.

Sindaco Baggio, ha qualche rimpianto per qualcosa che avrebbe voluto fare nel 2023 e non è riuscito e qualcosa invece di cui va fiero di avere concluso?

“Rimpianti no perché mi piace guardare al futuro e se le cose non accadono c’è sempre un motivo. Sono fiero di avere deciso di collaborare con la Prefettura per quanto riguarda l’accoglienza migranti in un quadro di emergenza. Poi di incontrare i cittadini anche a casa loro e della gestione del bilancio. Il Comune era sano, il mio impegno è di continuare ad amministrare tenendo in equilibrio i conti. 2 milioni e mezzo di euro di investimenti li abbiamo fatti e quattro scuole efficientate dal punto di vista energetico”.

Parliamo di sociale, viviamo in un periodo difficile per la popolazione, cosa può fare il Comune in concreto?

“Costruire una città vivibile e attrattiva, stiamo mantenendo la residenza, vogliamo che la città resti un luogo desiderabile per i suoi servizi, il verde, le relazioni tra le persone e i servizi per i più deboli. Siamo convinti che Mirano possa diventare una cittadina turistica e stiamo lavorando per questo. In questo modo pensiamo di infondere fiducia. Noi stiamo erogando gli stessi servizi spendendo 700mila euro in più per l’aumento generale dei costi, il debito del Comune sta diminuendo con l’estinzione di otto mutui”.

Problema furti nel miranese, come intervenire?

“Attendiamo i numeri della Prefettura per capire se sono in aumento ma ogni singolo furto comunque fa male. Possiamo aumentare la videosorveglianza che stiamo facendo in centro storico e nei prossimi anni anche nelle frazioni. Ora in tempi rapidi possiamo incoraggiare i cittadini a implementare il controllo di vicinato come sta facendo il Comune di Concordia Sagittaria in cui oltre il 50% dei cittadini partecipa ed è anche un modo per socializzare”.

Festival dell’Acqua, prima edizione nel 2023, un successo, lo riproporrete?

“Siamo stati molto soddisfatti per gli eventi ma anche per un risultato concreto, ossia uno studio affidato al Consorzio di Bonifica sulla messa in sicurezza del fiume Muson. Sicuramente lo replicheremo a fine settembre, penso dal 22-29 settembre”.

Si è aperto il 2024, quali sono gli obiettivi principali?

“L’impegno principale è finalizzare i 13 milioni di investimenti tra gli 8 milioni del Pnrr e il resto con fondi comunali. Un impegno straordinario rispetto al passato ma riapriremo anche il Centro Studi Tiepolo che porterà alla mostra del 2027 sulle opere di Giandomenico Tiepolo. Passerà il Giro d’Italia, emozionante occasione di crescita per la città”.

Riccardo Musacco

 
 
 

Le più lette