mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomePadovanoPadovaPadova, Appe sui controlli Nas. Collaborazione e consapevolezza

Padova, Appe sui controlli Nas. Collaborazione e consapevolezza

Tempo di lettura: 2 minuti circa

APPE sui controlli NAS: fondamentale la collaborazione con le forze dell’ordine e la consapevolezza degli operatori

Sono stati ispezionati  613 locali (bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e similari), riscontrando 179 infrazioni amministrative59 sequestri amministrativi77 diffide con l’invito a sanare le non conformità rilevate, 13 denunce all’autorità giudiziaria.

“C’è ancora molto da fare – dichiara Federica Luni – per arrivare il più vicino possibile alle “sanzioni zero”: da parte nostra, come Associazione specifica del settore, ci impegniamo quotidianamente nel dare tutte le informazioni agli esercenti, per metterli nelle migliori condizioni”.

Formazione

Oltre 2.000 ore di formazione d’aula, quasi 50 webinar online (che si possono rivedere sul sito), oltre 200 articoli pubblicati sul sito: sono questi i numeri che danno conto di quanto “vale” l’informazione erogata verso i propri soci da APPE nel corso del 2023.

Senza dimenticare il convegno (contemporaneamente in presenza e online) organizzato in collaborazione con NAS e SIAN-Ulss 16, al quale hanno assistito oltre 100 esercenti, lo scorso 18 maggio. E proprio a seguito di quanto emerso in quell’incontro, APPE ha pubblicato sul sito web un’apposita sezione che riporta, in tempo reale, tutti i richiami degli alimenti che presentano criticità sanitarie.

“La formazione e l’aggiornamento continuo – conferma la Presidente Luni – sono fondamentali per noi esercenti, per poter essere tranquilli nella gestione delle nostre attività, soprattutto (ma non solo) in ambito igienico-sanitario: proprio per questo stiamo organizzando, in collaborazione con i Carabinieri e, in particolare con il Comandante provinciale Cucuglielli e con il Comandante NAS Andreozzi, degli incontri di aggiornamento su tutto il territorio di Padova e provincia“.

“Gestire un pubblico esercizio – conclude Luni – è sempre più complesso e avere al proprio fianco un’Associazione che segue a 360 gradi il settore della somministrazione è il miglior modo per essere certi di lavorare più serenamente, consapevoli delle regole da rispettare“.

 
 
 

Le più lette