venerdì, 23 Febbraio 2024
 
HomeRodiginoDeltaSuccesso per la terza biennale d’arte degli “Artisti del Delta”

Successo per la terza biennale d’arte degli “Artisti del Delta”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il primo premio, di 400 euro è andato a Silvio Zago e alla sua opera ‘Intreccio’

Si è conclusa la mostra-concorso ‘Tracce e Frammenti d’Arte’, terza biennale d’arte contemporanea ospitata presso la sede degli ‘Artisti del Delta’ di Porto Viro. L’associazione, ormai ventennale, presieduta da Gabriella Burgato Dumas, ha consegnato i premi stabiliti dalla giuria composta dalla collezionista Cristina Stevanin di Fratta Polesine, dall’insegnante in pensione Ottavio Girardello di Porto Viro e da Luciano Scarpante di Porto Tolle, pittore ad olio e china ed ex preside delle scuole di Donada. Il primo premio, di 400 euro è andato a Silvio Zago e alla sua opera ‘Intreccio’, “quadro di grande impatto estetico – si legge nella motivazione – nel quale i giochi tonali, l’uso della spatola e la disposizione armonica delle tinte rendono l’opera particolarmente incisiva, testimoniando una solida preparazione pittorica e una consolidata esperienza tecnica”.

Secondo premio (270 euro) a ‘Bora’ di Alberto Finco: “La pennellata materica e corposa e, al tempo stesso, pulita e sicura, attraverso una sapiente gamma cromatica riesce a suggerire in modo efficace la potenza della forza del mare. ‘Nemmeno con un fiore’ di Gabriella Siviero si è infine aggiudicato i 150 euro del terzo posto: “L’essenzialità dei tratti somatici interpreta in modo elegante il volto femminile, all’interno di una composizione delicata, quasi monocroma, in cui spicca un unico fiore rosso a ravvivare l’insieme”.

Segnalate dalla giuria anche ‘Cleopatra’ di Guido Rabbiato, ‘Raggio di Sole sul delta’ di Ettore Marinelli, ‘Quel che resta delle rose’ di Sabrina Galvan, ‘Enrico Rava’ di Mauro Ferrara. Il sodalizio ha istituito inoltre altri due premi ‘Segnalati dal pubblico’ per le opere che i visitatori hanno più gradito ed ammirato nei giorni di apertura,andati a Luciano Contro con ‘Inno alla primavera’ e Barbara Degrandis con ‘Vite Negate’. Moltissimi i visitatori che hanno ammirato le opere attirati anche dalla Fiera Mata le cui bancarelle hanno rallegrato piazza della Repubblica, sede dell’associazione, creando un bellissimo connubio fra arte e commercio.

Fabio Pregnolato

 
 
 

Le più lette