sabato, 2 Marzo 2024
 
HomeRubricheCriptovalute5 modi per individuare un progetto di criptovaluta con potenziale

5 modi per individuare un progetto di criptovaluta con potenziale

Tempo di lettura: 5 minuti circa

Ecco cinque suggerimenti per individuare un progetto crypto in grado di far ottenere un probabile guadagno: uno è eTukTuk, ora in prevendita, che ha superato $785.000.

Se c’è un elemento che caratterizza il settore delle criptovalute, questo è la volatilità: il mercato delle crypto può infatti tanto essere redditizio quanto comportare perdite molto importanti e non c’è modo per essere certi che ciò non accada.

Tuttavia, è possibile effettuare un’attenta selezione dei progetti e un’adeguata due diligence, in modo da ridurre drasticamente questo rischio e massimizzare le probabilità di successo.

Ecco cinque consigli da utilizzare per individuare progetti potenzialmente sottovalutati e attraenti.

 Parliamo di progetti essenzialmente in prevendita, ma possono anche essere applicati con la stessa facilità a progetti più consolidati.

 1. Controllare la valutazione di mercato dell’asset

Uno dei modi più semplici per identificare un’opportunità di investimento che sia valida è quello di valutare se un asset è sottovalutato. Per i progetti che non sono ancora stati lanciati, ciò significa verificare la capitalizzazione di mercato iniziale, ovvero il valore di tutte le sue unità token che saranno in circolazione dopo l’evento di generazione dei token (TGE).

I progetti che hanno una capitalizzazione di mercato iniziale inferiore al loro valore equo previsto possono rappresentare opportunità di investimento redditizie, poiché il mercato tende a spostare il prezzo del token verso il suo valore equo nei giorni e nelle settimane successivi al suo TGE.

In generale, un progetto che viene lanciato con una capitalizzazione di mercato inferiore alle aspettative, ha forti possibilità di acquisire valore fino a raggiungere il suo valore equo.

Al contrario, i progetti che hanno una capitalizzazione di mercato superiore alle attese, per esempio a causa di un afflusso improvviso e transitorio di ordini, potrebbero alla fine ricadere in una capitalizzazione di mercato inferiore e più equa.

2. Controllare i sostenitori del progetto

Un altro aspetto da valutare è quello di controllare i primi sostenitori conosciuti del progetto di nostro interesse, prestando molta attenzione a tutti i fondi di venture capital e agli angel investor degni di nota che hanno a bordo.

Di solito i progetti hanno un elenco dei loro sostenitori più importanti sui loro siti web: in generale, dovrebbe essere visibile non solo un elenco di fondi di venture capital di tutto rispetto con eccellenti track record, ma anche sostenitori ben conosciuti, che aggiungano valore al progetto, attraverso l’assistenza al marketing, alla strategia, allo sviluppo del progetto e così via.

D’altro canto, se il progetto è supportato da VC non noti o è completamente privo di supporto, questo potrebbe costituire un campanello d’allarme e quindi portare a scegliere altro.

3. Controlla l’affidabilità del team

Un team forte è la chiave che garantisce un progetto forte: selezionando progetti che hanno alle spalle un team esperto è possibile aumentare notevolmente le proprie probabilità di successo.

In particolar modo, si deve dare un’occhiata al team executive: è necessario prestare molta attenzione al background e all’esperienza dei CEO, CBDO, CMO e, cosa forse più importante, del CTO.

L’amministratore delegato o CEO, in qualità di leader del progetto e responsabile dell’organizzazione e della gestione del team, è una figura fondamentale, come gli altri, che devono avere esperienza in merito al loro ruolo.

Una squadra forte fa ben sperare per il progetto, mentre una squadra scadente può essere un segno di debolezza, per cui è importante cercare prove di precedenti successi e una storia di perseveranza a lungo termine.

Se non si può consultare la composizione della squadra, si possono cercare modi alternativi per verificare i riconoscimenti del team, come esaminando il GitHub del progetto, controllando i premi o considerando le testimonianze relative al progetto di altre persone affidabili.

4. Esaminare la tokenomica

Uno degli aspetti chiave di ogni progetto di successo è la tokenomica: una altamente inflazionistica porterà inevitabilmente alla soppressione dei prezzi se non vi è sufficiente utilità in atto.

Sfortunatamente, alcuni progetti non sono del tutto trasparenti riguardo all’emissione dei token e può quindi essere difficile calcolare con precisione la velocità con cui l’offerta di un token andrà a gonfiarsi. Ci sono però anche progetti che, al contrario, hanno una tokenomica trasparente

Alcuni dei modi migliori per comprendere se un progetto andrà incontro a un’inflazione elevata includono il controllo dei programmi di maturazione dei primi sostenitori e la verifica di eventuali airdrop o della presenza di un programma di yield farming a lungo termine.

Se il progetto sembra avere un livello di inflazione relativamente elevato, è necessario controllare se sono in atto misure per ridurre l’offerta circolante, come un sistema di staking o qualsiasi meccanismo di burning.

5. Valutare il suo adattamento al mercato

Il mercato delle criptovalute, come è ben noto, si muove con flussi e riflussi, per cui i progetti che possono funzionare bene in un determinato momento, potrebbero non funzionare così bene al momento del lancio effettivo.

Allo stesso modo, i progetti che sembrano tutt’altro che eccezionali prima o al momento del loro lancio potrebbero evolversi in ciò di cui il mercato ha bisogno. Rimanere al passo con il mercato e avere una comprensione generale delle tendenze attuali è fondamentale per identificare i progetti che si adattano bene al mercato o che probabilmente si adatteranno a questo in un secondo momento.

Uno dei modi più semplici per valutare l’idoneità del mercato di un progetto è eseguire alcune analisi di base delle parole chiave. Vedere se un progetto è in linea con le tendenze attuali può essere semplice come controllare il rendimento di alcune delle sue parole chiave sulle tendenze di Google o monitorare i tag di tendenza sui social media.

Infine, è anche importante verificare che il progetto che si sta esaminando non si stia semplicemente appropriando delle tendenze attuali per ingannare gli investitori.

eTukTuk, un esempio di progetto crypto da valutare. Ecco perché

Dando uno sguardo ai progetti di recente lancio, eTukTuk appare come un buon investimento, visto che ha a cuore un tema molto importante, quello della salvaguardia dell’ambiente: la sua prevendita ha superato $785.000, incontrando la fiducia degli investitori.

 Un progetto lanciato di recente e che merita attenzione è quello di eTukTuk, che tocca un tema, quello dell’ambiente, di grande rilievo in tutti i settori al momento. Lo scopo del team è quello di eliminare le emissioni di carbonio, creando una piattaforma incentrata sui veicoli elettrici (EV).

Il token TUK, nativo del progetto, è attualmente protagonista di una prevendita che ha superato $785.000, e in questo momento ha un costo di $0,02625. Oltre al fine etico, eTukTuk mette anche a disposizione degli investitori il meccanismo di staking, che consente loro di ottenere entrate passive tramite ricompense in TUK.

I premi in token TUK verranno distribuiti agli utenti a una tariffa di 4,75 $TUK per blocco BSC e saranno pagabili in 3 anni. In questo momento l’APY previsto è del 281%, un valore che tende ad abbassarsi ma che resta a livelli interessanti per gli investitori.

Uno dei motivi per cui scegliere questo progetto è il fatto che TUK sia un utility token, in quanto importante per avere accesso all’ecosistema di eTukTuk, che chiede una tariffa ai conducenti per l’utilizzo dei propri veicoli, generando così entrate per la rete.

Inoltre il team vuole perseguire anche una finalità etica, tramite le partnership con paesi in via di sviluppo, soprattutto lo Sri Lanka, con il quale collabora.

Ciò che vuole realizzare il team di eTukTuk è promuovere la transizione globale verso i veicoli elettrici: a questo scopo nasce l’eTukTuk EV, un mezzo che offre un’alternativa più economica dei classici TukTuk, e che ha stazioni di ricarica apposite che ne garantiscono il  funzionamento.

Per partecipare alla prevendita di TUK, basterà collegare il proprio crypto wallet alla pagina ufficiale del progetto e scambiare ETH o USDT con i token desiderati o ancora usare una carta bancaria o la BNB Chain.

Le premesse del progetto sono molto buone, per cui sia chi vuole sostenere la lotta a favore dell’ambiente, sia chi punta sulla crescita del progetto e quindi del valore di TUK, può valutare se investire anche una piccola cifra in eTukTuk.

                                            <<<VISITA LA PAGINA DI ETUKTUK>>>


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO
Give Emotions e la testata La Piazza Web non si assumono alcuna responsabilità per il testo contenuto in questo pubbliredazionale (realizzato dal cliente) e non intendono incentivare alcun tipo di investimento.

 

 
 
 

Le più lette