sabato, 2 Marzo 2024
 
HomeRubricheCriptovalute7 segnali che indicano che Ripple (XRP) potrebbe esplodere nel 2024

7 segnali che indicano che Ripple (XRP) potrebbe esplodere nel 2024

Tempo di lettura: 6 minuti circa

Il prezzo di Ripple ha incontrato diverse difficoltà nel mese di gennaio ma ci sono una serie di indicazioni che potrebbero aprire la strada a un anno positivo

La correzione di Ripple nel mese di gennaio ha rappresentato un avvenimento di rilievo,
poiché ha trovato un sostegno cruciale al livello di $0,62 per l’intero bimestre di novembre e dicembre. Inoltre, nel corso di tale periodo, XRP ha delineato un modello a cuneo
discendente, un indicatore tecnico frequentemente associato a un’inversione di tendenza al
rialzo.
Inoltre tutte le principali notizie su Ripple sono state mediamente positive, con Ripple Labs
che ha annunciato diverse partnership globali e inaugurato una lussuosa nuova sede a San
Francisco.
Il calo del prezzo di Bitcoin a gennaio, però, potrebbe aver aumentato la pressione sui
prezzi delle altcoin. Quindi non è escluso che i token XRP salgano alle stelle nel corso del
2024 se Bitcoin dovesse crescere in modo importante, come molti si aspettano dopo
l’halving.
Ecco sette segnali che il prezzo di XRP potrebbe crescere nel corso di quest’anno.

La causa con la SEC è agli sgoccioli

Non solo la Securities and Exchange Commission ha perso o ha fatto marcia indietro in tre
importanti sviluppi giudiziari nel 2023, ma sia la SEC sia Ripple Labs sono rimasti
stranamente tranquilli prima della fase finale del caso, che inizia il 12 febbraio. Questo è
sorprendente dato quanta ostilità ci sia stata dall’inizio della causa, nel dicembre 2020.
Inoltre l’anno scorso, Ripple ha ottenuto tre grandi vittorie:
1.) La decisione della giudice Analisa Torres che i token XRP venduti sui mercati secondari
non sono titoli.
2.) La SEC ha perso il suo appello per quella decisione.
3.) La SEC ha tolto il fondatore di Ripple e il suo CEO dalla causa lasciando solo Ripple
Labs.
Da allora, Ripple e la SEC hanno iniziato a scontrarsi sul processo di scoperta ma
l’andamento lento verso il traguardo non fa trapelare che le due parti siano particolarmente
agitate o battagliere.
Una conclusione finale e un accordo nella causa della SEC contro Ripple Labs, dunque,
potrebbero soffiare vento in poppa al prezzo di XRP nel 2024.

Le partnership globali di XRP stanno crescendo

Ripple Labs ha stretto partnership chiave nel 2023 nel Regno Unito, in Asia e in Africa.
Visto che questi accordi incrementano il business di RippleNet, la domanda di token XRP
potrebbe aumentare e il loro prezzo godere di ulteriore supporto.

Ripple sta lavorando duramente anche per agevolare le CBDC (Central Bank Digital
Currencies) per nazioni sovrane all’estero e sta cercando di fornire il 90% della liquidità
on-demand del mondo per gli exchange di valute estere.
A ottobre, Ripple è entrata nel redditizio mercato di Singapore dopo aver ottenuto la licenza
dall’autorità regolatoria, per svolgere attività come Istituzione di Pagamento Principale a Singapore.
Successivamente, a novembre, ha anche annunciato una partnership con diverse fintech,
come quella dei pagamenti africana Onafriq, e altre nel Regno Unito e in Australia, così da
espandere i canali di pagamento transfrontalieri per 27 nazioni africane. A dicembre, infine, il regolatore finanziario irlandese ha autorizzato Ripple a entrare in Irlanda come fornitore di Asset Virtuali Approvato (VASP).
Tutti questi sviluppi sono potenzialmente molto favorevoli per la crescita del prezzo di XRP
nel 2024.

Progettazione dell’offerta e prezzo di XRP

Come Bitcoin, ma a differenza di Ethereum e Dogecoin, Ripple ha un limite di offerta
rigido di 10 miliardi di XRP. Ogni token sarà emesso entro e non oltre maggio 2027.
Questa scarsità di offerta integrata rende Ripple una valuta deflazionistica (come Bitcoin)
ed è un massiccio supporto per il prezzo di XRP.
Oltre al limite di offerta, c’è anche un meccanismo di burning che distrugge una piccola
frazione di XRP inviata con ogni transazione per aggiungere ulteriore supporto
deflazionistico. Con il tasso di bruciatura attuale, non rimarranno più XRP… tra circa 70.000
anni!

Il prezzo di XRP non riflette il valore di XRPL

Il registro decentralizzato costruito attorno ai token XRP ha capacità di finanza
decentralizzata (DeFi) e contratti intelligenti. È ancora estremamente sottosviluppato rispetto ai concorrenti di Ripple per la capitalizzazione di mercato di XRP. Questo rappresenta una considerevole opportunità di crescita mentre gli sviluppatori aggiungono e sviluppano DApp che vivono sulla piattaforma XRP Ledger.
XRPL è in grado di gestire token, denaro programmabile, contratti intelligenti e applicazioni
di finanza decentralizzata (DApp) come exchange decentralizzati (DEX).
Utilizzando la stessa tecnologia, Ripple Labs ha lanciato la piattaforma Ripple CBDC
l’anno scorso. Otto paesi la stanno già utilizzando per sviluppare valute digitali delle banche
centrali: Repubblica di Palau, Russia, Montenegro, Uruguay, Hong Kong, Giappone, Nuova
Zelanda ed Emirati Arabi Uniti.

Commissione media di transazione XRP: $0,0014

Una commissione media di transazione di $0,0014 per effettuare pagamenti transfrontaliericon XRP è un enorme vantaggio per la piattaforma. Queste basse commissioni non passeranno inosservate nel 2024.
Per fare un paragone calzante, ricordiamo che le commissioni di Solana, di solito inferiori a
$0,001, hanno fatto schizzare il prezzo di SOL del 576% nel quarto trimestre dello scorso
anno e l’hanno resa attraente sia per gli utenti sia per le grandi aziende che cercano di adottare la blockchain.

Un’IPO di Ripple potrebbe avvenire nel 2024

Un’IPO di Ripple non è certa ma nemmeno così improbabile, specialmente quando la causa
della SEC sarà conclusa. Un’IPO potrebbe indubbiamente essere un catalizzatore positivo per il prezzo, anche se l’azienda finora ha dichiarato che gli Stati Uniti non forniscono un
ambiente regolatorio favorevole e che quindi potrebbe persino guardare all'estero.

Ciclo di mercato quadriennale di Bitcoin

Il prossimo halving di Bitcoin si verificherà ad aprile 2024. Come nei suoi cicli di mercato
quadriennali precedenti, fa presagire una corsa rialzista di uno o due anni per i prezzi delle
criptovalute in generale (nel caso la storia si ripeta). I mercati rialzisti dei prezzi di Bitcoin,
del resto, sono una marea crescente che solleva tutte le barche nel settore crypto.
Le metriche di ciclicità per Bitcoin e per Ethereum, stanno attualmente seguendo pattern
rialzisti che, negli anni precedenti, hanno preceduto rally del 500% e del 1000%. Non c’è
modo di essere certi delle prestazioni future ma la coincidenza dell’halving di Bitcoin e della
causa della SEC potrebbe essere il carburante per un forte incremento del prezzo di XRP
nella seconda metà dell’anno.

SPONGE cresce in attesa del lancio della Versione 2

https://spongetoken.vip/it?clickId=fx_b53596_e80ee49396eaaec60759ec6c4a2b871e_1

Visto che probabilmente prima di assistere a una crescita importante di XRP sarà
necessario attendere qualche mese, diversi investitori stanno indirizzando la loro attenzione
verso SPONGE, una meme coin che continua a guadagnare terreno.
Il token è infatti schizzato a $0,00057, con i volumi di trading spot aumentati del 12%, in
linea con l’incremento del prezzo del token. Guardando gli indicatori tecnici, Sponge ha
registrato un picco il 25 gennaio quando ha toccato il livello di $0,00050, il che suggerisce un grande volume di ordini di acquisto in quella zona.
L’attuale aumento di SPONGE ha portato a un numero crescente di discussioni nel canale
ufficiale di Telegram, il che testimonia di come gli investitori al dettaglio stiano cominciando
a mostrare interesse in vista del lancio di SPONGEV2.
Nel maggio 2023, SPONGE ha generato rendimenti quasi di 100x per i primi sostenitori e
molti sembrano sperare che la sua nuova versione possa replicare (o addirittura superare)
questi rendimenti.
Del resto Sponge V2 rappresenta un’evoluzione arricchita del token originale e mira ad
aggiungere ulteriore valore per i detentori. L’elemento principale che attira l’attenzione è l’integrazione di Sponge Racer, un gioco di corse play-to-earn (P2E) che consente di
divertirsi e ottenere rendimenti sotto forma di nuovi token.

SPONGEV2 propone anche un innovativo meccanismo Stake-to-Bridge che richiede agli utenti di mettere in staking lo SPONGE originale per ottenere in cambio il nuovo token.
Questo modello di staking innovativo contribuisce a bloccare l’offerta e ricompensa con un
reddito passivo i membri fedeli della comunità.
Oltre allo staking, il team di sviluppo ha in mente di listare SPONGEV2 su Uniswap, con
l’obiettivo di raggiungere una capitalizzazione di mercato di $100 milioni.
Ecco perché, con il lancio di SPONGEV2 alle porte, il token originale sta guadagnando
slancio.

https://spongetoken.vip/it?clickId=fx_b53596_e80ee49396eaaec60759ec6c4a2b871e_

_INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO_ Give Emotions e la testata La Piazza Web non si assumono alcuna responsabilità per il testo contenuto in questo pubbliredazionale (realizzato dal cliente) e non intendono incentivare alcun tipo di investimento.

 
 
 

Le più lette