mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomePadovanoConselvanoA Conselve scoppia la polemica, Lazzarin illustra l’attività sociale: “Non serve il...

A Conselve scoppia la polemica, Lazzarin illustra l’attività sociale: “Non serve il titolo per lavorare bene”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

L’opposizione di Conselve aveva chiesto di togliere l’assessorato alla protezione civile

“Non è la qualifica di assessore che conta, ma quello che si riesce a fare nel concreto, grazie al lavoro di squadra”. Con queste parole Susanna Lazzarin, consigliere comunale con delega ai servizi sociali, ha replicato in consiglio comunale alla mozione con cui il gruppo di opposizione “Noi per Conselve” aveva puntato l’accento sul fatto che non ci fosse un assessorato al sociale, visti i problemi sempre più numerosi di famiglie, anziani e fasce deboli della popolazione. L’opposizione chiedeva inoltre la soppressione dell’assessorato alla protezione civile perché a detta dei consiglieri di minoranza non pare svolgere un’attività tale da giustificare un posto in giunta.

La prima a sentirsi chiamata in causa è stata proprio la consigliera Lazzarin che segue in prima persona tutte le attività del settore sociale. “Il fatto di non avere il titolo di assessore al sociale – ha ribadito in consiglio – non mi ha certo impedito di fare bene il mio lavoro. Non ho sentito la mancanza di un assessorato in questo anno e mezzo di attività senza sosta. Ho sempre condiviso ogni iniziativa con il gruppo di maggioranza e la giunta, dalla quale ho trovato pieno appoggio e tutte le risorse necessarie.

La mozione ci accusa di essere lontani dalle fasce deboli e dalle marginalità sociali perché manca l’assessorato. Ma le attività svolte in quest’anno sono numerose e tutte documentante. E’ il frutto di un lavoro quotidiano e costante, abbiamo attivato 21 nuovi progetti e siamo intervenuti in tutti gli ambiti possibili, cercando di fare del nostro meglio”. Una difesa a 360 gradi della propria attività, accompagnata da una meticolosa ricostruzione di quanto fatto in questi 18 mesi.

I consiglieri di opposizione Melania Bortoletto e Nicolas Destro hanno puntualizzato che “non c’era nessuna volontà di attaccare il consigliere Lazzarin ma di mettere in evidenza una contraddizione in giunta riguardo all’attività dell’assessorato alla protezione civile”.

La maggioranza ha serrato le fila con la dichiarazione di Maria Chiara Zampieri: “i risultati ci danno pienamente ragione e la lettura fornita dall’opposizione è distorta e lontana dalla realtà. Questa amministrazione è solida e compatta e continua a lavorare serenamente”.

Il sindaco Umberto Perilli ha concluso confermando la linea scelta: “Per il sociale gli stanziamenti sono immediati, anche senza assessorato. L’assessore Borile con il suo impegno ha dato impulso alla protezione civile. Nei mesi scorsi ha partecipato e si è aggiudicato un bando da diecimila euro per la dotazione del gruppo. Ora è alla ricerca di nuovi volontari. La logica con cui si muove questa maggioranza è diversa dal passato e sta nella condivisione delle scelte con tutta la squadra”, ha concluso il sindaco.

 
 
 

Le più lette