martedì, 23 Aprile 2024
HomeVenetoAttualitàA Jesolo la Fiera internazionale delle imprese simulate

A Jesolo la Fiera internazionale delle imprese simulate

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Dal 13 al 15 marzo 2024 con quasi mille studenti provenienti da circa 30 istituti scolastici dislocati in tutta Italia ed Europa

Per tre giorni Jesolo diventerà il punto di riferimento europeo per il progetto scolastico Simulimpresa. La località ospiterà dal 13 al 15 marzo l’evento “Simulinfiera 2024”, la XIII edizione della Fiera Internazionale delle Imprese Simulate.

Il Programma Simulimpresa mira a promuovere la formazione degli studenti nel campo amministrativo, commerciale, turistico, artigianale e industriale, attraverso l’esperienza in un ambiente di apprendimento che simula una realtà di lavoro in tutti i suoi aspetti.
L’impresa simulata è un ambiente di apprendimento in assetto lavorativo, in quanto riproduce il modo di operare di un’azienda, avvalendosi del coordinamento e del supporto della Centrale nazionale di simulazione di Ferrara (presso l’Opera Don Calabria – Città del Ragazzo) e, possibilmente, del sostegno di un’azienda reale, detta “impresa madrina”, che rappresenta un modello da emulare.

L’azienda virtuale, gestita dagli studenti, svolge la sua attività merceologica all’interno di una rete formata da altre imprese simulate in Italia (circa 200) e/o nel mondo (oltre 7.000).

Simulimpresa, ecco il programma dell’evento jesolano

Proprio a Jesolo le imprese simulate aderenti al programma si riuniranno e avranno a disposizione ciascuna il proprio stand dove presentare il proprio progetto a visitatori, aziende madrine e delegazioni estere.

L’evento è organizzato dall’Istituto Tecnico Economico e per il Turismo “L.B. Alberti” di San Donà di Piave, in collaborazione con la Centrale della Simulazione di impresa di Ferrara, con il patrocinio della Regione Veneto, Città Metropolitana di Venezia, Comune di Jesolo e Comune di San Donà di Piave.

«Da ormai vent’anni l’Istituto Alberti realizza esperienze di impresa simulata – esprime Vincenzo Sabellico, dirigente scolastico dell’Istituto “L.B. Alberti” –. Crediamo fortemente in questo progetto che rappresenta un nuovo modello per avvicinare l’offerta formativa alle concrete realtà aziendali. La fiera rappresenta il momento culmine del progetto. Dopo aver potenziato le proprie capacità nel corso dell’anno, anche attraverso attività collaborative, questo momento rappresenta il culmine dell’attività dove mettere in pratica l’apprendimento attivo. L’obiettivo della sperimentazione è passare da una modalità didattica trasmissiva fondata sulla centralità del docente a una modalità costruttivista in cui emerga la centralità dello studente».

Simulimpresa, il sindaco De Zotti: “Pronti ad accogliere gli studenti”

Il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti

Per l’occasione a Jesolo arriveranno dai 1.000 ai 1.500 studenti provenienti da vari istituti scolastici d’Italia e d’Europa, distribuiti in 60 stand ospitati all’interno del Palazzo del Turismo di Jesolo. In tre giorni di attività, gli studenti avranno l’opportunità di mettere in pratica le competenze imprenditoriali apprese in classe, prendendo decisioni aziendali reali e gestendo una simulazione di impresa.

«Questa esperienza pratica li aiuta a comprendere meglio i concetti teorici e a sviluppare competenze pratiche che saranno utili nella loro futura carriera imprenditoriale – ha aggiunto Sabellico –. Un ringraziamento va a tutti i partner che hanno reso possibile la realizzazione di questo importante progetto, che torna a Jesolo dopo la 7a edizione realizzata nel 2015».

«Non vediamo l’ora di accogliere tutti questi giovani studenti che proprio a Jesolo avranno l’occasione di vivere un’esperienza di altissimo valore, incrociando sapere teorico con esperienza pratica – ha concluso il sindaco di Jesolo Christofer De Zotti –. Le nozioni apprese sui libri, nelle aule, durante le lezioni sono infatti la componente fondamentale di un percorso formativo che può dirsi completo solo toccando con mano le situazioni che ogni giorno si vivono lavorando. A Jesolo hanno avuto inizio tantissime carriere nel mondo del turismo e molte sono diventate storie di grandi successi, spero che lo stesso accada a questi ragazzi».