mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomeAppuntamentiA Treviso, Socrate spiega l'Intelligenza artificiale

A Treviso, Socrate spiega l’Intelligenza artificiale

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Nel nuovo laboratorio del Festival Mythos di Treviso il filosofo Socrate, o meglio il suo avatar, dialogherà con giovani attori sull’Intelligenza artificiale

L’agire e l’autonomia umana saranno cancellati dal progredire dell’Intelligenza artificiale? Come conciliare la coesistenza con le macchine intelligenti, mantenendo un senso di individualità e scopo? Che valore avranno la percezione dell’intuizione e della creatività umana, in un mondo modellato da algoritmi e processi decisionali basati sui dati? Quali dilemmi etici pone l’integrazione delle nuove tecnologie digitali nella vita di tutti i giorni?

Sono solo alcuni dei quesiti che alcuni giovanissimi attori trevigiani sottoporranno al filosofo greco Socrate, o meglio al suo avatar, creato proprio grazie ai nuovi algoritmi generativi. Il contributo della cultura classica, nel dibattito in corso sull’impatto che l’Intelligenza artificiale sta avendo nella realtà contemporanea è infatti al centro della nuova proposta del Festival di teatro classico “Mythos” di Treviso.

Il laboratorio “Conosci te stesso. Intelligenza artificiale e il futuro dell’identità umana” prenderà il via sabato 17 febbraio e si articolerà in tre incontri (le altre date: 2 e 23 marzo), ospitati dallo “Spazio 11” di Mogliano Veneto, con partecipazione gratuita. La riflessione porterà all’elaborazione di una scrittura drammaturgica, che verrà poi portata in scena nell’ambito del festival organizzato dall‘Associazione Tema cultura e diretto da Giovanna Cordova.

I tre appuntamenti, promossi in collaborazione con il teatro La Stanza, saranno curati da Ennio Bianco, imprenditore nel settore dell’Ict ed esperto di arte realizzata con gli strumenti dell’Intelligenza artificiale generativa:L’obiettivo che ci siamo dati, con l’autrice e regista Giovanna Cordova – spiega Bianco -, è la messa in scena di una rappresentazione teatrale, nella quale i giovani attori di Tema Cultura si misureranno con alcune questioni che diventeranno fondamentali, se già non lo sono, in un prossimo futuro segnato dalla presenza pervasiva dell’IA”.

 
 
 

Le più lette