lunedì, 15 Aprile 2024
HomePadovanoBilancio triennale di previsione, il carico fiscale rimane invariato per Piove di...

Bilancio triennale di previsione, il carico fiscale rimane invariato per Piove di Sacco

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Le opere pubbliche costituiscono la voce più corposa del bilancio di previsione di Piove di Sacco: sono stati programmati lavori per quasi 12 milioni di euro

Approvati in consiglio comunale a Piove di Sacco il Documento unico diprogrammazione e il bilancio triennale di previsione.

“Il bilancio di previsione è stato redatto a legislazione vigente primache venga approvata la Legge di Stabilità per il 2024 – ha premesso l’assessoreal Bilancio Francesca Betto – quindi senza ancora conoscere eventuali ricadute nei bilanci delle pubbliche amministrazioni legate ai possibili tagli dei trasferimenti statali. Una scelta coraggiosa mache ci permette di muoverci in anticipo senza entrare in esercizio provvisorio. Il carico fiscale non è stato aumentato visto che comunque sono state confermate le aliquote dell’Imu e dell’addizionale comunale Irpef. Il debito pubblico pro capite continua poi a diminuire”.

Tra i tanti numeri emersi significativi sono quellirelativi ancora una volta per le opere pubbliche. Nel triennio 2024-26sono state messe sul piatto lavori per quasi 12 milioni di euro. Peril prossimo anno sono in programma, tra le tante cose, il terzo stralcio della pista ciclabile di via Righe a Corte, la sistemazione della viabilità tra via Puniga e via Breo e quella tra via Crociata evia Michiel, il proseguimento di riqualificazione dell’illuminazione pubblica e l’efficentamento energetico della scuola materna del quartiere di Sant’Anna.

“E’ un bilancio che mostra come stiamogovernando le risorse in maniera seria – ha evidenziato il sindaco Lucia Pizzo, – è frutto della concretezza e della declinazione dellanostra proposta elettorale che, in continuità con le ultime due amministrazioni, è stato trasformato pari pari in programma di governo. In corso d’opera saremo pronti a fare fronte ai cambiamenti,alle necessità e alle opportunità facendo ricorso allo strumento della variazione. Il bilancio e il Dup contengono opere di importanza strategica per la comunità. Le sfide e punti fondamentali riguardano il completamento delle grandi opere pubbliche cofinanziate dal Pnrr che diventano l’ossatura per una città moderna capace di offrire servizi ditutti i tipi, anche culturali, sociali e legati al tempo libero”.

Il Dup e il bilancio di previsione hanno incassato il votonegativo di tutte le minoranze.

“Luci e ombre – ha detto Filippo Favarin, consigliere di Fratelli d’Italia – alcune opere sonomeritevoli, altre noi non le avremmo fatte perché i costipresumibilmente supereranno ibenefici. Ci saremmo aspettati anche unabbassamento dell’imposizione fiscale”.

“Siamotroppo legati ai finanziamenti esterni – ha dichiarato invece Paolo Mazzetto, capogruppod ell’omonimo gruppo di opposizione – si dovrebbe invece guardare a cosa possiamo fare con le nostre forze e quindi non imputare poi ad altri, per trovare una giustificazione, la colpa della mancata capacità di intervenire su alcuni temi”.

Alessandro Cesarato