mercoledì, 28 Febbraio 2024
 
HomeVeronaCarnevale a Verona, presentata la documentazione mancante. La giunta dà il via...

Carnevale a Verona, presentata la documentazione mancante. La giunta dà il via libera alla sfilata

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Dopo le incertezze degli ultimi giorni, il Comitato del Bacanal del Gnoco ha presentato la documentazione richiesta dal Comune: la giunta ha quindi dato il via libera alla sfilata per le vie del centro di Verona. 

Tutto pronto per la tradizionale sfilata del Carnevale per le vie del centro di Verona. Oggi, infatti, la giunta ha dato il via libera agli eventi per i quali nei giorni scorsi era stata sollecitata la presentazione della documentazione necessaria per ottenere il nulla osta da parte del Comune.

«La documentazione amministrativa richiesta nei giorni scorsi è stata consegnata agli uffici delle direzioni competenti», ha fatto sapere Palazzo Barbieri. Tuttavia, precisa, «se alla prova dei fatti, venerdì 9 febbraio, le misure dichiarate nel piano di sicurezza presentato dal Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco, non saranno quelle effettive messe in campo, la Questura farà le conseguenti valutazioni».

«L’interesse – prosegue la nota stampa – è che la sfilata si possa svolgere in maniera festosa e nel migliore dei modi, e pertanto auspica che tutte le misure richieste e dichiarate presenti dagli organizzatori lo siano effettivamente».

Estensione dell’orario 

È stata autorizzata l’estensione dell’orario dei festeggiamenti organizzati dal Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco in piazza San Zeno fino alle ore 24 di venerdì 9 e sabato 10 febbraio e fino alle 23 di domenica 11 febbraio. Via libera da parte del Comune anche per la collocazione di 3 giostre in piazza Pozza, la cui installazione è tuttavia vincolata dall’autorizzazione della Soprintendenza.

L’Amministrazione Comunale ha a cuore i festeggiamenti legati al Venardi Gnocolar e al Carnevale di Verona e ha fortemente indirizzato il comitato del Bacanal del Gnoco verso aspetti di sicurezza e di regolarità amministrativa – afferma l’assessora alla Cultura e Turismo Marta Ugolini-. È per questo che anche negli ultimi giorni gli uffici del Comune hanno sollecitato l’invio di documenti e istanze, che ancora non erano stati presentati dagli organizzatori. Pensare che un insieme di eventi così impattante per la città possa svolgersi in sicurezza e regolarità, senza tutti i necessari passaggi autorizzativi, significa non avere chiaro cosa il Carnevale concretamente comporti, al di là dei suoi significati tradizionali e di cultura popolare. Continueremo ad esortare gli organizzatori a collaborare con l’Amministrazione, a rispettare le regole e a tutelare i cittadini”.

 
 
 

Le più lette