domenica, 21 Aprile 2024
HomePadovanoPadova SudCollettore Carpanedo-Sabbioni: realizzato il primo stralcio dei lavori

Collettore Carpanedo-Sabbioni: realizzato il primo stralcio dei lavori

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il nuovo canale realizzato dal Consorzio Bacchiglione nei due Comuni di Maserà e Albignasego realizzato con un finanziamento da 1.700.000,00 euro dalla Regione Veneto

Si è concluso il primo stralcio dei lavori di realizzazione del collettore Carpanedo – Sabbioni nei Comuni di Maserà e Albignasego, il nuovo canale che il consorzio Bacchiglione sta costruendo con un finanziamento da 1.700.000,00 euro dalla Regione Veneto per mettere in sicurezza idraulica la zona a sud della città. L’intervento ha visto la realizzazione del tratto di valle del canale lungo 1.800 metri in località Bertipaglia, nel Comune di Maserà di Padova.

Il progetto del consorzio Bacchiglione prevede la realizzazione di un nuovo canale lungo complessivamente cinque chilometri, in parte a cielo aperto in parte tombinato, a servizio di un’area estesa circa tremila ettari. Questa prima parte di lavori, realizzati interamente nel Comune di Maserà, sono consistiti nello scavo del tratto compreso tra via Bellini e l’immissione nello scolo Mediano, nella costruzione di due manufatti di regolazione a scopo irriguo, rispettivamente a sud di via Bellini e nel tratto compreso tra via Bellini e via Lion, e nell’edificazione di due ponti. Sono stati realizzati anche due tratti tombinati, attraverso la posa di scatolari in calcestruzzo armato rispettivamente di 110 metri e di 54 metri nelle aree in cui sono presenti nuclei abitati. I lavori sono conclusi, ma in questo momento si stanno eseguendo le ultime operazioni per la conclusione definitiva degli interventi: la posa del sasso trachitico per la difesa di sponda nel tratto da via Lion verso valle, l’installazione dei parapetti a monte e a valle dei tratti tombinati, la stesura del terreno di scavo nel lato campagna.

«Questo è un intervento atteso da tempo e sono molto soddisfatto che sia stato concluso nei tempi previsti – afferma Paolo Ferraresso, presidente del consorzio di bonifica Bacchiglione –. Il canale ha l’importante compito di rendere più sicuro un territorio che ha subito una grande espansione delle aree urbane e in forte sofferenza dal punto di vista idraulico, come evidenziato dagli eventi meteorici di ottobre 2022. I cambiamenti climatici impongono di agire tempestivamente e stiamo lavorando per fronteggiare i nuovi eventi atmosferici. Questo intervento migliorerà il deflusso dell’acqua. ma allo stesso tempo fungerà da invaso per raccogliere le acque nel caso di forti piogge. Vista l’importanza dell’opera, stiamo già lavorando per cercare di ottenere altri finanziamenti per realizzare gli ulteriori stralci e completarla».

Cristina Salvato