domenica, 14 Aprile 2024
HomeVicentinoBassanoÈ morto Stefano Gheller per complicanze della sua malattia: non è stato...

È morto Stefano Gheller per complicanze della sua malattia: non è stato suicidio assistito

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

La morte del 51enne di Cassola avvenuta all’ospedale di Bassano

Una foto d’archivio di Stefano Gheller, morto a 51 anni

All’ospedale di Bassano è morto Stefano Gheller, 51 anni, di Cassola, divenuto il paladino del suicidio assistito in Italia. Era malato di distrofia muscolare, aveva chiesto e ottenuto di ricorrere al suicidio assistito. Ma, come precisa in una nota l’Ulss 7, Gheller “è deceduto in seguito a complicanze sopraggiunte alla patologia che ne aveva determinato il ricovero”. Non è stato suicidio. “È stato assistito da diversi specialisti – sottoline ala nota dell’Ulss – tra cui l’equipe di Cure Palliative, che già aveva in carico il paziente e che si è adoperata per ridurre la sua condizione di sofferenza”.

“Come noto . aggiunge la nota – l’Ulss si era attivata per garantire al signor Gheller il
diritto costituzionale per il quale si era battuto, anche a nome di altri malati nelle sue condizioni. Anche se tale situazione non si è infine concretizzata, in tutte le figure professioni dell’Azienda che si sono confrontate con lui lungo il percorso di autorizzazione e durante le ripetute fasi di assistenza medica rimane il ricordo della sua chiarezza di pensiero, determinazione e grande dignità umana”. Il presidente Zaia ha espresso il suo cordoglio alla famiglia. La senatrice Sbrollini: “Se ne va un combattente dei diritti civili”