giovedì, 18 Aprile 2024
HomePadovanoBassa PadovanaEste, controlli straordinari nell’estense. Un arresto e otto denunciati

Este, controlli straordinari nell’estense. Un arresto e otto denunciati

Tempo di lettura: 4 minuti circa

Controlli straordinari da parte dei Carabinieri in tutto il territorio estense. Aumento significativo degli arresti e delle denunce rispetto agli anni precedenti.

Il Colonnello Michele Cucuglielli, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Padova, ha effettuato una serie di visite presso le Stazioni Carabinieri dell’Estense, accompagnato dal Capitano Annarosa D’Antuono, Comandante della Compagnia Carabinieri di Este.

Durante l’incontro con il Maresciallo Maggiore Stefano Mazza, Comandante della Stazione Carabinieri di Borgo Veneto, sono stati accolti i sindaci dei comuni di Borgo Veneto e Megliadino S. Vitale.

Successivamente, il Colonnello ha fatto tappa alla Stazione Carabinieri di Casale di Scodosia, guidata dal Maresciallo Maggiore Eugenio Trevisan, dove ha incontrato i sindaci dei comuni di Casale di Scodosia, Urbana e Merlara.

L’incontro

Questi incontri hanno fornito l’opportunità di discutere tematiche cruciali come la lotta alla criminalità e le politiche sociali, con particolare attenzione alle strategie per aiutare le persone vulnerabili, in particolare gli anziani.

Un punto focale è stato l’organizzazione di conferenze antitruffa per informare i cittadini sulle tattiche dei truffatori e sulle contromosse da adottare.

I numeri

Il Colonnello ha elogiato il lavoro delle Stazioni Carabinieri coinvolte, evidenziando un aumento significativo degli arresti e delle denunce rispetto agli anni precedenti.

Le attività preventive hanno registrato un notevole incremento dei controlli sulle persone e sui veicoli, sottolineando l’impegno nell’assicurare la sicurezza dei territori locali.

Nella Stazione Carabinieri di Borgo Veneto, il numero di persone denunciate, sia in stato di arresto che in stato di libertà, è aumentato del 146% rispetto all’anno precedente, passando da 30 nel 2022 a 74 nel 2023. Inoltre, il numero di pattuglie effettuate è aumentato del 22,85%, passando da 267 nel 2022 a 328 nel 2023.

Nella Stazione Carabinieri di Casale di Scodosia, il numero di persone denunciate, sia in stato di arresto che in stato di libertà, è aumentato del 110%, passando da 49 nel 2022 a 103 nel 2023. Inoltre, il numero di pattuglie è aumentato del 7,96%, passando da 502 nel 2022 a 542 nel 2023.

Attività preventive

L’andamento positivo delle attività preventive è evidenziato da un notevole aumento dei controlli effettuati sulle persone e sui veicoli durante i servizi di pattuglia svolti nei territori dei due Comuni.

Nella Stazione Carabinieri di Borgo Veneto, il numero di pattuglie è aumentato del 22,85%, passando da 267 nel 2022 a 328 nel 2023. I controlli sulle persone sono aumentati del 212%, passando da 274 nel 2022 a 856 nel 2023, mentre i controlli sui veicoli sono aumentati del 141%, passando da 204 nel 2022 a 493 nel 2023.

Nella Stazione Carabinieri di Casale di Scodosia, il numero di pattuglie è aumentato del 7,96%, passando da 502 nel 2022 a 542 nel 2023. I controlli sulle persone sono aumentati del 16%, passando da 1873 nel 2022 a 2183 nel 2023, mentre i controlli sui veicoli sono aumentati del 77%, passando da 621 nel 2022 a 1101 nel 2023.

Disagio giovanile

Durante l’incontro è stato affrontato anche il tema del disagio giovanile, con un’attenzione particolare alle strategie collaborative tra famiglie, scuole, amministrazioni comunali e Carabinieri per prevenire comportamenti illegali, inclusi lo spaccio di droga.

I sindaci hanno espresso soddisfazione per l’operato dell’Arma sul territorio, rinnovando il loro sostegno all’impegno quotidiano dei Carabinieri per la sicurezza della comunità.

Servizio coordinato

Nella stessa giornata, i Carabinieri della Compagnia di Este, in collaborazione con una Squadra di Intervento Operativo del 4° Battaglione di Mestre, hanno condotto un servizio coordinato su disposizione del Comando Provinciale di Padova, mirato alla prevenzione e al contrasto dei reati, in particolare quelli di natura predatoria. Di seguito sono riportati i risultati ottenuti:

  • A Este, i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dall’A.G. di Venezia, nei confronti di un 60enne agli arresti domiciliari. L’individuo è stato condannato a 2 anni e 4 mesi di reclusione per detenzione di oltre 11.000 file pedopornografici sui suoi dispositivi elettronici. Dopo le formalità di rito, è stato trasferito nel carcere di Rovigo per scontare la sua pena.
  • Durante i controlli alla circolazione stradale, sono stati denunciati due conducenti per guida in stato di ebbrezza alcolica: un 43enne moldavo, con un tasso alcolimetrico di 1,75 g/l e senza patente, e una 43enne della provincia di Verona, con un tasso di 2,24 g/l e con patente ritirata.
  • A Este e Stanghella sono stati denunciati tre individui per il possesso di oggetti atti ad offendere: un 19enne italiano con un coltello da cucina, una cittadina marocchina di 46 anni con un bastone in legno, e un altro cittadino marocchino di 30 anni con un bastone di metallo e 0,25 g di cocaina. Tutti i materiali sono stati sequestrati.
  • A Este, un cittadino marocchino di 39 anni è stato denunciato per falsità materiale in quanto in possesso di una patente falsa, sequestrata

Boara Pisani

A Boara Pisani, è stato denunciato un italiano di 32 anni per ricettazione in quanto trovato in possesso di una bicicletta rubata, e una donna rumena di 41 anni è stata denunciata per violazione del DASPO urbano, trovata davanti a un bar nonostante il divieto di accesso ai locali pubblici.

Padova

Al Prefetto di Padova sono stati segnalati tre individui trovati in possesso di sostanza stupefacente: un marocchino di 29 anni con 0,22 g di hashish, un italiano di 19 anni con uno spinello di hashish e un altro italiano di 19 anni con 1,3 g di hashish.

Complessivamente, sono state identificate 75 persone, controllati 56 veicoli, ritirate 3 patenti e elevate 2 sanzioni al Codice della Strada.