domenica, 14 Aprile 2024
HomeVenezianoChioggiaGronda lagunare, enti a confronto per la tutela del territori

Gronda lagunare, enti a confronto per la tutela del territori

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Da Jesolo è partito un ciclo di incontri tra Soprintendenza, Comuni e ordini professionali per definire strategie condivise

Una serie di confronti tra Soprintendenza, Comuni e professionisti per delineare strategie condivise per la salvaguardia e lo sviluppo di un territorio dai fragili equilibri e in continua evoluzione come quello veneziano e lagunare, nonché per approfondire e rispondere alle esigenze dei cittadini riguardo una migliore qualità della vita e un ambiente più sostenibile.

È partito da Jesolo il ciclo itinerante di quattro incontri su “L’archeologia e i paesaggi contemporanei in trasformazione –  Normative, temi e problematiche emergenti nei territori di Venezia e della gronda lagunare”. L’iniziativa è promossa da Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna assieme agli Ordini e ai Collegi delle professioni tecniche.

L’obiettivo dell’iniziativa è mettere a confronto la Soprintendenza con le amministrazioni locali e i professionisti su temi chiave quali compatibilità e autorizzazioni paesaggistiche (con focus sulle aree sottoposte a vincolo archeologico) e i rapporti tra gli enti e i liberi professionisti.

Il primo seminario a Jesolo ha interessato il territorio della cittadina balneare, di Cavallino Treporti e Musile di Piave. “Siamo onorati di aver ospitato il primo incontro – dichiara il sindaco di Jesolo Christofer De ZottiIl nostro è un Comune in veloce e continua trasformazione urbanistica. Per questo, tra gli obiettivi su cui stiamo lavorando c’è quello dell’evasione delle pratiche per la salvaguardia in venti giorni, per una risposta concreta alle esigenze del cittadino”.

Gronda Lagunare, ecco il calendario dei prossimi incontri tecnici

Per il soprintendente di Venezia Fabrizio Magani il ciclo di seminari itinerante è “un’occasione di incontro, confronto e riflessione e le conferenze di servizio di Cavallino Treporti e Jesolo importanti tavoli di lavoro”.

Il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Venezia, Michele Cazzaro, e il presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Venezia Roberto Beraldo sottolineano l’importanza dei faccia a faccia con la Soprintendenza poiché “il dialogo è alla base di un confronto per calare a terra normative, temi e problematiche emergenti nei territori di Venezia e della gronda lagunare”.

Sono intervenuti all’appuntamento di Jesolo anche Silvia Degan, responsabile Area Funzionale Architettura e Sara Bini, responsabile Area Funzionale Patrimonio Archeologico per la Soprintendenza di Venezia; Federica Romaro, responsabile Istruttoria e Procedimento Comune di Cavallino Treporti; Roberta Nesto, sindaca di Cavallino Treporti, Silvia Susanna, sindaca di Musile di Piave; Mariano Carraro, presidente Ordine degli Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia; Zemelo Angelo Boscolo, presidente Ordine dei Periti Industriali di Venezia.

I prossimi tre seminari sono in programma il 15 marzo per il territorio di Venezia città antica, Mestre, Quarto d’Altino; il 31 maggio per Mira, Campagna Lupia, Codevigo; il 28 giugno per Chioggia.