giovedì, 18 Aprile 2024
HomeVicentinoVicenza"Il cantiere di piazzale De Gasperi bloccato ha fermato i progetti del...

“Il cantiere di piazzale De Gasperi bloccato ha fermato i progetti del Pnrr, filobus compreso”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

L’accusa del centrodestra: “Il governo sta per approvare un governo per fare pressione sui Comuni sino alla revoca dei fondi”

Un’immagine del progetto per sistemare piazzale De Gasperi con gli alberi

“Fermato il cantiere di piazzale De Gasperi, sono stati bloccati a cascata i progetti del Pnrr a Vicenza”. L’opposizione di centrodestra lancia un Sos per il progetto del piazzale, già approvato e appaltato dalla giunta Rucco, che è stato uno dei primi a esser fermato dal sindaco Possamai apena eletto a giugno.

Lo stesso Rucco, assieme ai consiglieri comunali Stefano Notarangelo e Valeria Porelli ha sottolineato che il governo sta per approvare un decreto per spingere i Comuni ad accelarare sulle opere finanziate dal Pnrr. Le sanzioni pregiste sono, nell’ordine, il commissariamento dei lavori, una sanzione o la revoca dei fondi.

Piazzale De Gasperi pieno di nuvole nere in un’immagine del progetto molto azzeccata

Il consigliere Notarangelo, ormai diventato voce ufficiale critica dei progetti comunali, ha spiegato che il ritardo su questo cantiere, ormai rinviato a dopo l’adunata degli alpini, è indice di “indecisione e paura a progettare in modo innovativo ed ecologico”. A catena, dopo il blocco di piazzale De Gasperi si sono fermati anche gli altri cantieri della zona, compreso quelo di Campo Marzo. Ha ricordato che su piazzale De Gasperi oggi pesano 400 bus al giorno: rivederlo significa sgravara la zona almeno del 30% del traffico.

Unimmagine del progetto di piazzale De Gasperi visto di lato

Anche il Brt, acronimo di Bus rapid transit, cioé il bus elettrico, con il piazzale De Gasperi bloccato non trova uno sbocco: “E’ meglio che Vicenza tracci il percorso altrimenti lo faranno le ferrovie che realizzano l’alta velocità e non andranno tanto per il sottile”.

Le ragioni che avevano spinto Possamai a fermare il cantiere di piazzale De Gasperi, come si può leggere qui, rigurdano proprio l’impatto, considerato eccessivo, che il cantiere avrebbe avuto sul traffico in città. “Studiamo con l’azienda una soluzione diversa – aveva spiegato il sindaco – Viale Giuriolo a doppio senso e senza parcheggi, corso San Felice e vale Venezia intasati non sono sopportabili dalla città”.