martedì, 23 Aprile 2024
HomeBreaking NewsInseguimento nella notte nella Bassa Veronese: furgone sperona l'auto dei carabinieri e...

Inseguimento nella notte nella Bassa Veronese: furgone sperona l’auto dei carabinieri e finisce in un fossato

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Al volante del furgone un cittadino russo di 33 anni, residente nel Cilento ma ospitato nella Bassa veronese.

Notte concitata per gli agenti del Nucleo Operativo e Radiomobile di Legnago e della Stazione Carabinieri di Minerbe. I militari sono, infatti, stati impegnati in un folle inseguimento, con vari tentativi di speronamento, nella Bassa Veronese, a Legnago e lungo la Transpolesana fino a Roverchiara.

L’operazione si è conclusa con l’arresto di un cittadino russo di 33 anni, residente nel Cilento ma ospitato nella bassa veronese.

L’uomo, poco dopo la mezzanotte, è stato intercettato da una pattuglia dell’Arma alla guida di un furgone telonato dopo aver urtato alcune auto in transito a Legnago, danneggiandole. L’inseguimento proseguito tra la SS434 e via Santa Teresa di Roverchiara, in provincia di Verona, e si è concluso in località Casalino quando il fuggitivo è finito in un fossato dopo aver tentato più volte di urtare le auto dei carabinieri.

Una manovra folle che in un’occasione è riuscita procurando ingenti danni all’auto di servizio e lievi ferite al carabiniere alla guida.

L’uomo è stato infine bloccato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato: sul furgone sono state trovate anche due taniche di gasolio di dubbia provenienza.

Questa mattina 24 febbraio, il 33enne è stato portato in Tribunale per la direttissima: il giudice ha convalidato l’arresto e condannato l’uomo – a seguito di patteggiamento – a 1 anno di reclusione.