venerdì, 19 Aprile 2024
HomePadovanoPadovaPadova, iniziative del Comune in occasione di "M'illumino di meno"

Padova, iniziative del Comune in occasione di “M’illumino di meno”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Per dare forza a questo invito all’impegno in campo ambientale il Comune spegnerà dalle ore 18 alle ore 20 le luci dei luoghi più simbolici della città

Torna come di consueto, venerdì 16 febbraio, il tradizionale appuntamento con “M’illumino di meno – Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili”, lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar e Radio2 nel 2005.

L’edizione 2024, la ventesima, ha per titolo “No Borders”, un invito rivolto ad ogni tipo di organizzazione al fine di creare alleanze internazionali ed unire le forze per agire con determinazione sulle tante crisi ambientali che investono sempre di più le vite di tutti, soprattutto dei più fragili.

Tra gli esempi suggeriti dagli organizzatori: gemellaggi per i comuni; progetti internazionali per le scuole, le università e il mondo della ricerca; attività nelle sedi all’estero per le aziende.

Comune di Padova con Padova 2030

Da questo punto di vista, unire le forze, trovando le soluzioni insieme, è proprio quello che intende fare il Comune di Padova con Padova 2030, il progetto messo in campo – nell’ambito della missione “Climate-Neutral and Smart Cities” – per arrivare a emissioni zero entro la fine del decennio. Una sfida portata avanti assieme ad altre 100 città europee, con cui creare una comunione di intenti per adottare tecnologie, strategie e obiettivi in grado di rispondere efficacemente alla crisi climatica.

Un percorso da compiere necessariamente insieme perché per arrivare al traguardo, oltre agli interventi sistemici come, ad esempio, la realizzazione delle nuove linee di tram o l’efficientamento energetico degli edifici, c’è bisogno del coinvolgimento attivo di tutti i cittadini, in quanto anche un piccolo cambiamento nello stile di vita di ogni giorno può fare la differenza.

Per questo, il Settore Ambiente e Territorio invita tutta la cittadinanza, oltre a spegnere simbolicamente le luci non indispensabili, a compiere – il prossimo 16 febbraio – un gesto simbolico per consumare meno energia e ridurre il proprio impatto sull’ambiente.

Usare le scale al posto dell’ascensore, lasciare l’auto in garage e prendere la bicicletta, cucinare un piatto vegetariano evitando carne e latticini, accompagnare i figli a scuola a piedi: sono tutti esempi di piccole azioni che, se fatte assieme, possono produrre grandi risultati e farci sentire meglio.

Luci spente

Per dare forza a questo invito all’impegno in campo ambientale, come ogni anno, il Comune spegnerà – dalle ore 18 alle ore 20 – le luci dei luoghi più simbolici della città: Palazzo Moroni, Palazzo del Capitanio, Piazza dei Frutti, Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, via VIII Febbraio, Piazzetta Pedrocchi, Piazzetta Garzeria, Prato della Valle.

Anche l’Università degli Studi di Padova lascerà al buio Palazzo Bo e altre strutture dell’Ateneo, mentre l’Inaf aderirà spegnendo la Specola. Piccoli gesti dal grande significato, capaci di ricordare a tutti l’importanza di dare il giusto valore all’energia e di non sprecarla, anche in un’ottica di sostenibilità, preservandola per le generazioni future.