martedì, 16 Aprile 2024
HomeRubricheCriptovalutePeter Schiff prevede un pump and dump del Bitcoin

Peter Schiff prevede un pump and dump del Bitcoin

Tempo di lettura: 3 minuti circa

L’economista Peter Schiff prevede un calo del valore dell’asset in futuro

Negli ultimi sette giorni, il Bitcoin è cresciuto del 15%, arrivando a più di 52.200 dollari. Tuttavia, nonostante l’entusiasmo del settore delle criptovalute, c’è chi resta scettico di fronte a questo sviluppo.

Secondo l’economista Peter Schiff, si tratta di un “pump-and-dump” del Bitcoin, dovuto all’attuale hype per l’approvazione degli ETF Spot da parte della SEC, risalente allo scorso gennaio.

Le previsioni negative di Schiff sul Bitcoin si sono spesso rilevate errate. Alcuni trader infatti, si sono lasciati sfuggire delle ottime occasioni di guadagno, seguendo i suoi consigli.

Ad esempio, nel novembre 2018, Schiff twittava: “comprare Bitcoin a meno di 3.800 dollari non è conveniente, perché il suo valore potrebbe scendere dell’80%, fino a 750 dollari.”

Dopo l’approvazione degli ETF Spot Bitcoin, Schiff ha previsto vendite speculative del BTC e una domanda minima da parte degli investitori, preannunciando un “bagno di sangue per il Bitcoin” alimentato da possibili “regolamentazioni oppressive sulle criptovalute” sotto la guida del presidente della SEC Gary Gensler.

Le affermazioni di Schiff nascondono un fondo di verità, semplicemente perché il mercato delle criptovalute è notoriamente volatile.

Le fluttuazioni di valore colpiscono anche gli asset consolidati come il Bitcoin, di conseguenza bisogna considerare sempre i rischi prima di investire.

La situazione attuale del Bitcoin resta positiva, d’altronde i trader erano in trepidante attesa di questa fase rialzista, sin dal 2023, quando si paventava la possibilità dell’approvazione degli ETF Spot.

In generale, per ammortizzare eventuali perdite, i trader esperti stanno differenziando il loro wallet, puntando anche su nuovi progetti con un potenziale di crescita elevato.

Tra questi troviamo Bitcoin Minetrix, un progetto di cloud mining basato sullo staking del suo token nativo BTCMTX.

VAI ALLA PRESALE DI BITCOIN MINETRIX

Bitcoin Minetrix e il cloud mining accessibile

L’aumento del valore del Bitcoin ha ovviamente risvegliato l’entusiasmo dei miner, specialmente in vista dell’halving, ovvero l’evento che dimezzerà le ricompense dei BTC ottenuti per la convalidazione dei blocchi sulla rete.

Tuttavia, la maggior parte delle persone non ha accesso al mining, per via dei costi elevati delle attrezzature e delle competenze tecniche necessarie.

Per questo esistono i servizi di cloud mining, piattaforme che consentono di noleggiare dei mining rig a distanza e pagare una cifra fissa per l’hashrate, ovvero la potenza di calcolo necessaria per validare i blocchi sulla rete di Bitcoin.

I servizi di cloud mining però si rivelano poco convenienti, in quanto si avvalgono di terze parti per la gestione delle ricompense e possono richiedere agli utenti di firmare contratti vincolanti.

Bitcoin Minetrix vuole risolvere questi problemi, creando una piattaforma libera e versatile. La meccanica Stake-To-Mine permetterà agli utenti di mettere in stake il token nativo BTCMTX e ottenere in cambio dei crediti di mining. Questi token ERC-20 non scambiabili si potranno bruciare, in modo da generare hashrate.

L’hashrate sarà equivalente al numero di crediti di mining bruciati, quindi più BTCMTX si metteranno in stake e più aumenteranno le possibilità di guadagnare BTC come ricompensa.

Il servizio di Bitcoin Minetrix non prevede l’intervento di terze parti per la gestione dei token e dei BTC guadagnati, di conseguenza gli utenti avranno la piena proprietà dei loro token.

L’assenza di contratti vincolanti, consente ai titolari del BTCMTX di metterli in stake, venderli o prelevarli in qualsiasi momento, per partecipare la mining o abbandonare l’attività in base alle proprie esigenze e alla situazione del mercato.

Il lancio della piattaforma e il listing del BTCMTX sono previsti nel corso del 2024. Al momento, la presale del progetto ha raccolto quasi 11 milioni di dollari, avvicinandosi all’hard cap di 15 milioni.

Comprando i token in presale con ETH, USDT o carta di credito, sarà possibile fare subito stake e ottenere ricompense in BTCMTX fino al lancio del servizio di cloud mining.

VAI ALLA PRESALE DI BITCOIN MINETRIX

 

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO
Give Emotions e la testata La Piazza Web non si assumono alcuna responsabilità per il testo contenuto in questo pubbliredazionale (realizzato dal cliente) e non intendono incentivare alcun tipo di investimento.

Le più lette