lunedì, 15 Aprile 2024
HomeRodiginoDeltaPorto Viro, Luppi: “Nuovi regolamenti, assunzioni e contributi per i servizi sociali”

Porto Viro, Luppi: “Nuovi regolamenti, assunzioni e contributi per i servizi sociali”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

L’assessore Roberto Luppi, nella giunta guidata dal sindaco Valeria Mantovan, ha tracciato un bilancio del settore servizi sociali, di cui detiene la delega

L’assessore Roberto Luppi, nella giunta guidata dal sindaco Valeria Mantovan, ha tracciato un bilancio del settore servizi sociali, di cui detiene la delega. “Nel corso del 2023 il servizio è stato rafforzato con l’assunzione di due assistenti sociali a tempo pieno e indeterminato – ha analizzato Luppi – figure specialistiche sempre più necessarie per fronteggiare le nuove emergenze nate in questi anni e per gestire le numerose progettualità attivate dai vari livelli istituzionali, da quello comunale a quello nazionale”.

Sull’approvazione del nuovo regolamento per i servizi sociali, Luppi ha rilevato di come sia “un nuovo importante strumento che ha consentito già nella seconda parte dell’anno di dare risposte concrete e puntuali a numerosi nuclei famigliari, innalzando la soglia ISEE per le prestazioni erogabili a15 mila euro e introducendo altre interessanti progettualità, come il sostegno a progetti di vita indipendente, che ha visto coinvolte 7 persone, per una erogazione totale di circa 9 mila euro”.

Si è poi avviata un’opera di informatizzazione delle attività, grazie alla quale, sempre secondo l’assessore “il cittadino, dal sito comunale, può conoscere tutte le possibilità a lui dedicate, consultare la documentazione e inoltrare attraverso l’apposita sezione ‘istanze online’ le proprie richieste. Inoltre, ogni assistito ha una propria cartella sociale informatizzata, consultabile dagli operatori, dove vengono registrate tutte le prestazioni erogate nel corso del tempo”.

Il segretariato sociale è il primo punto di contatto con i cittadini, mediamente si rivolgono al servizio 50/60 persone alla settimana che vengono assistite nell’accesso alle prestazioni comunali, regionali e nazionali. Nel concreto, tra le attività gestite: 283 mila euro a favore di 190 persone titolari di ‘Impegnativa di cura domiciliare’, altri 40 mila di contributi a 60 nuclei famigliari, 24 mila per 25 nuclei in sostegno per inclusione attiva, sostegno all’abitare e povertà educativeed oltre 13 mila per 70 nuclei nel pagamento delle bollette dell’acqua a seguito dei bandi ATO Polesine e Acquevenete.

E ancora: il Bando Secondogeniti anno 2022 per 500 euro a 22 famiglie,oltre 3 mila euro a 8 nuclei come fondo di solidarietà ai morosi ATER, integrazioni rette in struttura a 40 cittadini per 327 mila euro, contributi pensioni per 48 richiedenti ed un totale di 10 mila euro. Sul campo della disabilità, circa 22 mila euro in assistenza all’inclusione scolastica per alunni certificati, in collaborazione con il Comprensivo e finanziati dal ministero ed erogazione di 9 mila euro di fondi regionali per l’abbattimento di barriere architettoniche a 2 nuclei. Infine, 60 mila euro a favore di enti e associazioni che operano nel sociale in collaborazione con l’amministrazione.

Fabio Pregnolato