martedì, 16 Aprile 2024
HomeVenetoAttualitàSanità, Veneto primo nell'erogazione delle cure essenziali: "Risultato molto significativo nonostante le...

Sanità, Veneto primo nell’erogazione delle cure essenziali: “Risultato molto significativo nonostante le difficoltà”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Zaia: “Una valutazione che ci rende orgogliosi e che dedico a tutti i lavoratori della sanità, che combattono ogni giorno per tenere alto il livello delle prestazioni nonostante la carenza (nazionale) di personale”

“Secondo i primi dati, ancora non definitivi, presentati in audizione in Senato dal Ministero della Salute, dei quali dà conto Quotidiano Sanità, il Veneto primeggia ancora nella capacità di erogare ai cittadini i livelli essenziali di assistenza che sono da tutti dovuti sulla base della Costituzione”. A dirlo è il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, appendendo da alcune anticipazioni di Quotidiano Sanità, che anche l’ultima classifica elaborata dal Ministero della Salute pone il Veneto al primo posto in Italia per la capacità di fornire le cure essenziali ai pazienti.

“Una valutazione che ci rende orgogliosi e che dedico a tutti i lavoratori della sanità, che combattono ogni giorno per tenere alto il livello delle prestazioni nonostante i mille problemi di questo periodo, a cominciare dalla carenza (nazionale) di personale”.

“Rispettare la Costituzione, che i Lea li prevede – aggiunge Zaia – è un risultato molto significativo, anche se, purtroppo, aumentano le aree d’Italia che non riescono a farlo. Si dovrà valutare a fondo tale situazione, principalmente a livello nazionale, anche in relazione al cammino dell’autonomia differenziata che chiamerà tutti a più responsabilità e maggiore attenzione all’utilizzo corretto delle risorse pubbliche, a cominciare da quelle della Sanità. Con il Veneto ci sono al top Emilia Romagna e Toscana, due Regioni che hanno un’impostazione di politica e organizzazione sanitaria diversa dalla nostra, il che significa che il segreto sta nel miglior utilizzo possibile delle risorse, qualunque sia il modello prescelto”.

“Il Veneto – conclude Zaia – riesce ad essere positivo in tutte e tre le macro aree considerate (prevenzione-ospedale-territorio). Ciò significa che non presentiamo degli alti e bassi, come in altre aree, ma un sistema omogeneo fatto di capacità organizzative e professionali”.

Le più lette