sabato, 20 Aprile 2024
HomeVenezianoVeneziaSi chiude il Carnevale di Venezia, Brugnaro: "Abbiamo portato il divertimento in...

Si chiude il Carnevale di Venezia, Brugnaro: “Abbiamo portato il divertimento in tutto il territorio”

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Il Carnevale di Venezia 2024 si chiude con il saluto della Maria vincitrice dal palco di San Marco, bilancio positivo

Martedì grasso e cala il sipario sul Carnevale di Venezia 2024, “Ad Oriente. Il mirabolante viaggio di Marco Polo”, con il saluto da Piazza San Marco della Maria vincitrice del Carnevale 2024, Silvia Zecchin, la sfilata dei carri a Zelarino, l’ultimo spettacolo di “Terra Incognita”, nelle acque dell’Arsenale di Venezia, capace di immagare con il suo racconto ancestrale e le feste mascherate nei palazzi. Una diciotto giorni promossa dal Comune di Venezia insieme a Vela spa caratterizzata da una festa diffusa su tutto il territorio comunale, dalla città storica al Lido alla terraferma.

“La scelta di puntare sul Carnevale diffuso in tutto il territorio comunale ha funzionato, è anche un modo per decongestionare il centro storico. È importante che portiamo il divertimento nelle case delle famiglie, dei bambini, dei nonni e che tutti abbiano l’occasione di vivere questa festa – commenta il sindaco Luigi Brugnaro – Grazie, oggi e sempre, a tutti coloro che hanno lavorato per questa manifestazione e per il controllo della Città: le Forze dell’Ordine, la nostra Polizia Locale, la Protezione Civile, Vela, Veritas, AVM, il SUEM e i Vigili del Fuoco e soprattutto i tanti, tantissimi volontari. L’amministrazione comunale sarà sempre un punto di riferimento e di sostegno per tutte le persone di buona volontà che, con dedizione e tenacia, si rimboccano le maniche e sono disponibili verso gli altri”. “C’è stato un importante afflusso di visitatori soprattutto nei weekend e anche con il maltempo le persone sono venute a trovarci – continua il sindaco – grazie alle iniziative sparse in tutto il territorio siamo riusciti a gestire i flussi senza problemi. Abbiamo realizzato tante iniziative nonostante il tempo non sia sempre stato dalla nostra parte: spettacoli e sfilate che hanno registrato il coinvolgimento di persone di tutte le età, di famiglie, di bambini, che hanno vissuto in maniera attiva il Carnevale, con l’obiettivo di divertirsi. Il bilancio è positivo, ma si può sempre migliorare, l’importante è il gioco di squadra. ll viaggio di Marco Polo per quest’anno è finito con il Carnevale, ma in realtà continuerà per tutto il 2024.”

“Oggi, dopo un percorso di festa durato 18 giorni, siamo tornati a Venezia terminando un lungo viaggio con la fantasia che ci ha portati tra campi, piazze, strade e palazzi. Un viaggio fatto di arte, musica e spettacoli pensati per le passioni e le fantasie di grandi e piccini – spiega il direttore artistico Massimo Checchetto – siamo stati allegri, ironici, divertiti, attenti e siamo stati insieme. Siamo stati ponte con altre culture, ne abbiamo condiviso usi e costumi e ci siamo lasciati trasportare verso mondi che non conoscevamo e che, come Marco Polo, abbiamo avuto il coraggio di attraversare.”

“Qualità, sostenibilità, cultura, accoglienza, rispetto delle tradizioni: queste le parole che possono sintetizzare gli obiettivi di questo Carnevale dedicato a Marco Polo, e il nostro impegno organizzativo – aggiunge l’amministratore unico di Vela spa, Piero Rosa Salva – Il consenso che abbiamo registrato ci fa pensare che sia un modello vincente da sviluppare nel futuro secondo gli indirizzi dell’Amministrazione Comunale. Ancora una volta la nostra città ha saputo offrire al mondo un evento straordinario”.

“Il Carnevale di Venezia si conferma come il primo dei grandi eventi della città per l’anno 2024 e delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Marco Polo – afferma Fabrizio D’Oria, direttore operativo di Vela spa – una manifestazione che ha registrato, seppur in una edizione “bassa” nel calendario, grande partecipazione e attenzione mediatica internazionale”.

“Il Carnevale è una festa molto antica – conclude il delegato alla Tutela delle tradizioni, Giovanni Giusto – per questo viaggio che ha celebrato Marco Polo abbiamo ospitato le tradizioni, le parate, le maschere e i travestimenti che sono espressione dei diversi territori.
Il Carnevale di Venezia è iniziato dall’acqua, dall’elemento naturale dei veneziani, da dove tutto ha preso vita. È la storia della nostra Repubblica, che continua a perpetuare le sue antiche tradizioni per tramandarle ai giovani che sono il nostro futuro”.

La prossima edizione si terrà dal 14 febbraio al 4 marzo 2025. Il titolo sarà svelato più avanti, ma l’inizio nel giorno di San Valentino è già un indizio…