giovedì, 18 Aprile 2024
HomeBreaking NewsA Mestre continuano i controlli interforze della Questura, daspo a Spinea per...

A Mestre continuano i controlli interforze della Questura, daspo a Spinea per la baby gang

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Sono state 218 le persone controllate a Venezia e terraferma oltre a vari negozi, a Spinea misure di prevenzione per un gruppo di giovani

Ancora attività di controllo interforze coordinate dalla Questura di Venezia tra centro storico, Mestre e Marghera, in collaborazione con le altre Forze di Polizia della Provincia.
A seguito infatti di episodi criminosi segnalati da cittadini si è giunti all’identificazione
di 218 persone, di cui 110 stranieri di cui molti con precedenti penali di vario tipo, più di 50 veicoli e 7 esercizi commerciali controllati, all’interno dei quali è stata verificata la regolarità dell’attività dal punto di vista amministrativo nonché controllati gli esercenti. In particolare, all’interno di un ristorante ubicato a Mestre, oltre a riscontrare varie violazioni riguardanti la tracciabilità e la conservazione degli alimenti nonché la scarsa condizione di pulizia, sono stati sequestrati 7 sacchi di alimenti privi di tracciabilità per un totale di circa 150 kg, che verranno smaltiti dal titolare tramite ditta autorizzata.

A Spinea, invece, a seguito dei gravi fatti occorsi nei pressi della stazione ferroviaria lo scorso 13 gennaio quando un ragazzo quattordicenne fu oggetto di una aggressione violenta da parte di un folto gruppo di coetanei, il Questore di Venezia
ha applicato, ai minori corresponsabili, a vario titolo, dell’accaduto, diverse misure di prevenzione. Nel dettaglio sono stati notificati giovedì 7 marzo 5 avvisi orali a minori, 2 Daspo Willy a soggetti minorenni e 1 Daspo Willy a un soggetto maggiorenne.