martedì, 23 Aprile 2024
HomePadovanoAsfaltature, a Piove di Sacco altri 100mila euro in aggiunta alla programmazione...

Asfaltature, a Piove di Sacco altri 100mila euro in aggiunta alla programmazione del 2023

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il sindaco Lucia Pizzo: “Gli appalti sono stati aggiudicati e le lavorazioni sono in corso tuttavia si sono verificate nel frattempo delle situazioni che ci hanno consigliato di integrare”

Altri 100 mila euro per le asfaltature del 2023 a Piove di Sacco. Nell’ultima variazione di bilancio dell’anno appena concluso l’amministrazione ha aggiunto questo importo ai 500 mila euro già investiti per la programmazione annuale. Negli ultimi 10 anni per la revisione del manto stradale della città e delle frazioni sono state impiegate risorse per 5 milioni di euro.

“Gli appalti sono stati aggiudicati e le lavorazioni sono in corso – spiega il sindaco Lucia Pizzo – tuttavia si sono verificate nel frattempo delle situazioni che ci hanno consigliato di integrare l’appalto”.

Da considerare c’è per prima cosa il fatto che le due asfaltature maggiori già realizzate, quella di via dell’Industria e di via Carrarese, hanno comportato dei costi maggiori in quanto la fresatura e il ripristino stradale hanno richiesto un impiego più importate del previsto di materiale, visto il grave stato di deterioramento di alcuni tratti delle direttrici.

“E’ in programma anche l’asfaltatura delle vie San Pio X-Borgo Rossi – aggiunge la Pizzo – dalla rotonda dell’ospedale a quella nuova che sarà realizzata in corrispondenza dell’incrocio con via Piron. L’iniziale progetto era più semplice, poi sono state fatte altre considerazioni che ci hanno portato a considerare un cantiere più importante che comunque era già stato pensato inizialmente e quindi compreso nell’appalto. Si tratta in questo caso di una delle tratte a maggiore percorrenza, anche di traffico pesante, della città. Ci saranno quindi anche il rifacimento e la riqualificazione degli attraversamenti pedonali, la realizzazione della rotonda angolo via Piron e la sistemazione definitiva di quella sperimentale angolo via Tavo, oltre ad alcune situazioni legate alle fermate del trasporto pubblico. Con BusItalia abbiamo già aperto un dialogo per concordare insieme le progettualità utili ad aumentare la fluidificazione del traffico e garantire contemporaneamente la sicurezza”.

Alessandro Cesarato