mercoledì, 17 Aprile 2024
HomeBreaking NewsEdoardo Gaffeo: "Ecco perchè mi ricandido per la città di Rovigo"

Edoardo Gaffeo: “Ecco perchè mi ricandido per la città di Rovigo”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Le motivazioni della ricandidatura di Edoardo Gaffeo per la città di Rovigo

“Mi ricandido, perché credo sia necessario offrire a Rovigo una seria proposta progressista e di centro-sinistra.- spiega l’ex sindaco Edoardo Gaffeo– Che si occupi di chi è più in difficoltà, e di chi vuole trovare qui un luogo dove poter costruire il proprio percorso di vita. Che dia corpo ad una idea di città e di territorio nei quali comunità e opportunità di crescita individuale diventino alleati. Che definisca una visione condivisa di futuro, e lavori con convinzione nel farla diventare realtà. Che punti con decisione ad un percorso di crescita duratura e sostenibile; nel quale innovazione, lavoro buono, spirito d’iniziativa, cultura, servizi alla persona e cura dell’ambiente diventino ingredienti di una ricetta che ci renda orgogliosi del lavoro che stiamo facendo per i nostri figli”.

L’impegno per la collettività

Le sue dimissioni arrivarono il 25 gennaio 2024.  “Mi ricandido,- prosegue Gaffeo- perché credo che la gestione della cosa pubblica debba essere slegata dai personalismi, e che l’impegno per la collettività debba venire prima di quello meramente individuale. Un percorso nel quale la difesa dell’interesse pubblico sia il faro dell’azione amministrativa, con l’obiettivo di curare e valorizzare il bene comune senza farlo diventare preda di interessi di parte e facili populismi. Consapevole che la responsabilità di chi è chiamato a gestire risorse pubbliche deve accompagnarsi a realismo e onestà di pensiero, e che la tutela e valorizzazione delle risorse che gli sono state affidate deve rappresentare il principio di fondo di qualsiasi scelta”.

Per una politica con i giovani

Il progetto del Professore di Politica Economica è di dare continuità a quanto fatto durante il primo mandato. “Mi ricandido, per continuare il lavoro iniziato durante l’Amministrazione che ho avuto l’onore di guidare. – conclude l’ex Primo cittadino- Perché sono state gettate delle solide basi. Fatte di ingenti risorse finanziarie, messe a disposizione della città per importanti progetti di rigenerazione urbana ed ambientale. Della ripresa di un piano sostenibile di manutenzione, messa in sicurezza e riqualificazione energetica delle infrastrutture di base del centro e delle frazioni, da troppi anni totalmente assente. Di investimenti pubblici in personale e progetti al servizio dei più fragili, in stretta sinergia con il mondo del terzo settore.
Di una pianificazione attenta degli aspetti urbanistici, paesaggistici, ambientali e di mobilità della Rovigo dei prossimi anni. Di avvio di nuove ambiziose iniziative in ambito universitario. Di un’offerta culturale innovativa, attrattiva e coinvolgente in grado di proiettarci sempre più su palcoscenici nazionali ed internazionali. Di politiche non “per” i giovani, ma “con” e “dei” giovani. Di recupero di spazi e aree pubbliche dismesse, dando loro nuova vita e funzionalità. Di una ritrovata centralità nella programmazione territoriale di area vasta. Mi ricandido, perché desidero continuare a lavorare assieme a voi, per la nostra città”.