martedì, 16 Aprile 2024
HomeVenezianoVeneziaFinnair aumenta i collegamenti tra Venezia e la Finlandia, in estate fino...

Finnair aumenta i collegamenti tra Venezia e la Finlandia, in estate fino a 9 voli settimanali

Tempo di lettura: 2 minuti circa

La compagnia aerea finlandese punta su Venezia e aumenta i collegamenti estivi e garantisce la presenza anche in inverno

Sempre più voli di collegamento tra Venezia e la Finlandia grazie a Finnair, la compagnia aerea finlandese, operativa già all’aeroporto di Tessera e che ora incrementerà le sue operazioni presso lo scalo lagunare nel corso del 2024, offrendo ai passeggeri ulteriori voli verso la capitale Helsinki.

Nello specifico, nella stagione estiva le frequenze settimanali passeranno da 7 a 8, diventando 9 nei periodi di maggiore picco. L’operatività tra Venezia e Helsinki vedrà inoltre la disponibilità del collegamento anche nella stagione invernale 2024/25, che arriverà ad essere giornaliero.

Dall’hub di Helsinki, poi, si potranno raggiungere sempre tramite Finnair alcune importanti destinazioni intercontinentali come il Giappone, in particolare Tokyo, Osaka e, da maggio 2024, Nagoya, oltre alle celebri mete negli Stati Uniti, tra cui Los Angeles e Dallas.

“Dal 2006 Finnair è presente presso l’aeroporto di Venezia con collegamenti stagionali verso Helsinki. A fronte della grande richiesta dei viaggiatori in partenza dal Nord Est, abbiamo deciso di estendere le operazioni offrendo voli giornalieri anche nella stagione
invernale 2025 – afferma Javier Roig Sanchez Market Director Europe di Finnair.

“L’intensificazione dei voli tra Venezia e Helsinki e la loro estensione nella stagione invernale è importante non solo per i flussi con la Finlandia, ma per l’apporto strategico al raggiungimento di destinazioni in connessione di medio e lungo raggio.” dichiara Camillo Bozzolo, Direttore Sviluppo Aviation del Gruppo SAVE “In particolare, la specificità dell’aeroporto di Helsinki come uno degli hub europei di riferimento per i collegamenti con l’Asia, costituisce un punto di forza anche per il nostro aeroporto in un anno che prevede a livello internazionale l’intensificazione dei flussi con il Far East”.

Riccardo Musacco