martedì, 16 Aprile 2024
HomeVenezianoVeneziaGiornata del Fiocchetto Lilla per i disturbi alimentari il 15 marzo, a...

Giornata del Fiocchetto Lilla per i disturbi alimentari il 15 marzo, a Venezia tante iniziative

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Presente la Presidente del Consiglio comunale di Venezia Ermelinda Damiano che ricordato l’importanza della prevenzione

In occasione della XIII Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata ai disturbi del comportamento alimentare, che si celebrerà il 15 marzo 2024 è sempre più importante la sensibilizzazione e la prevenzione su una tematica su una tematica, quella dei disturbi alimentari, che si fa sempre più urgente e coinvolge un grande numero di giovani e giovanissimi.

a Venezia hanno preso parte alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, la presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano insieme alla vicepresidente della Municipalità di Mestre Carpenedo Paola Tommasi, che hanno dialogato con i rappresentanti degli enti e delle associazioni coinvolte Fiocchetto Lilla, Ulss 3 Serenissima, gli Istituti scolastici
Trentin, Pacinotti, Stefanini, la Consulta provinciale degli Studenti, Food For Mind. In collegamento anche il presidente della Municipalità di Lido Pellestrina, Emilio Guberti, e Anna Novello per Mappa del Cuore.

“Come Amministrazione da diversi anni abbiamo intrapreso varie iniziative di sensibilizzazione sui disturbi alimentari e quest’anno, in occasione della Giornata Nazionale, che sarà celebrata il 15 marzo, abbiamo voluto organizzare nel territorio veneziano una settimana lilla – ha illustrato la presidente Damiano – Una sensibilizzazione sulla quali è necessario tenere accesi i riflettori”.

“La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla è una manifestazione che sta diventando sempre più importante, soprattutto a fronte del rapido aumento dei casi, ma anche di un aumento dell’interesse per la tematica – ha puntualizzato Sandra Zodiaco, insegnante
e rappresentante del Fiocchetto Lilla – In questo senso la prevenzione è diventata la prima forma di cura perché va a 360 gradi e si rivolge in primis a genitori e familiari”.

“La parola chiave è disorientamento: quando il disturbo alimentare compare, crea disorientamenti, dolore, conflittualità nelle famiglie, e quindi è importante che ci siano dei punti di riferimento – ha ricordato il direttore dipartimento di patologie alimentari Moreno De Rossi – Nel Comune di Venezia abbiamo istituito due centri di riferimento, uno a Venezia e uno a Marghera”.

Tutti gli appuntamenti previsti sono consultabili alla pagina web

https://live.comune.venezia.it/it/2024/03/disturbi-alimentari-il-programma-della-giornata-del-fiocchetto-lilla