venerdì, 19 Aprile 2024
HomeVenetoAttualitàIl Senato boccia il terzo mandato, maggioranza divisa. Martella (PD): "Il limite...

Il Senato boccia il terzo mandato, maggioranza divisa. Martella (PD): “Il limite dei mandati non si può togliere per esigenze personali”

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Martella sul terzo mandato: “Il limite dei mandati per le cariche elette direttamente dai cittadini è uno dei principi su cui si basano gli equilibri delle nostre istituzioni”

L’aula del Senato ha bocciato l’emendamento proposto dalla Lega per aggiungere il terzo mandato ai presidenti di regione.

L’emendamento è stato presentato in sede di discussione e approvazione definitiva del decreto legge elezioni che riguarda le prossime europee e le amministrative dell’8 e 9 giugno.

Il voto non si è in questo modo discostato da quello che lo stesso emendamento aveva ricevuto nella commissione affari costituzionali alcuni giorni fa.

Secondo il senatore Andrea Martella, segretario regionale del Pd del Veneto, l’esito della votazione sull’emendamento che voleva togliere il limite dei mandati per i governatori delle regioni, ha dimostrato che la Lega è isolata e che la maggioranza di governo è divisa.

“Non è possibile – aggiunge Martella – cambiare le regole della nostra democrazia per rispondere ad esigenze legate ai destini personali. E il limite dei mandati per le cariche elette direttamente dai cittadini è uno dei principi su cui si basano gli equilibri delle nostre istituzioni e il loro buon funzionamento. Sarebbe stata davvero una forzatura consentire a Zaia, di fatto, l’ulteriore, quarto, mandato”.

Gaia Ferrarese

Le più lette