martedì, 16 Aprile 2024
HomeBreaking NewsJesolo, causa un incidente con due feriti e fugge. Denunciato

Jesolo, causa un incidente con due feriti e fugge. Denunciato

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Si tratta di un 20enne del trevigiano, rintracciato dalla polizia locale grazie alla visione delle telecamere del Targa System

Gli agenti della polizia locale di Jesolo  hanno individuato il presunto responsabile di un incidente stradale, avvenuto intorno alle 20.30 dello scorso 24 marzo. In seguito all’impatto, l’automobilista si era dato alla fuga. Si tratta di un 20enne trevigiano, individuato grazie al Targa System. Il sinistro si è in via Roma Destra, in corrispondenza dell’intersezione con il raccordo alla SR.43, all’imboccatura del sottopasso della rotatoria Picchi.

Da una prima ricostruzione investigativa, un’autovettura con due persone a bordo stava procedendo lungo via Roma Destra in uscita dal sottopasso, in direzione di Cavallino, quando si verificava un urto con un secondo veicolo proveniente dal raccordo con via Adriatico e che si trovava in fase di immissione. Immediatamente dopo lo scontro, sempre secondo quanto ricostruito dagli agenti, il veicolo immessosi si è allontanato facendo perdere le proprie tracce. Nell’urto, le due persone a bordo della prima vettura hanno riportato ferite lievi curabili in 5 giorni.

Stando alle informazioni raccolte dagli agenti sul posto, lo scontro sarebbe avvenuto mentre il veicolo poi allontanatosi, una Ford Fiesta di colore bianco, stava compiendo un’azzardata manovra di inversione a U. L’indagine, condotta dagli agenti della Polizia locale con il supporto del sistema Targa System, ha permesso già l’indomani di individuare il veicolo e risalire al suo conducente, un 20enne del Trevigiano. Quest’ultimo, raggiunto telefonicamente, ha ammesso il proprio coinvolgimento nel sinistro dichiarando di essersi allontanato a causa “della paura e dello shock”. Il giovane, denunciato all’autorità giudiziaria, risulta ora indagato per i reati di fuga e omissione di soccorso. A ciò seguirà la notifica di contestazione di carattere amministrativo per le violazioni concernenti la manovra.

Jesolo, arrestato 40enne: andava in giro, nonostante l’obbligo di dimora

Nei giorni scorsi, inoltre, gli agenti hanno individuato un’autovettura sospetta. Gli accertamenti condotti sul soggetto alla guida, un 40enne italiano, hanno permesso di appurare che lo stesso fosse destinatario della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di dimora presso un altro Comune del Veneziano. Il soggetto, gravato da diversi precedenti penali, è stato arrestato per violazione della misura. La misura cautelare è stata confermata durante l’udienza di convalida ed è stato disposto il trasferimento in carcere dell’uomo.

“Altre due ottime attività condotte dai nostri agenti – dichiara il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti -. Oltre al valore intrinseco dei due interventi e alle conseguenze che comportano, ciò che mi preme sottolineare è il messaggio che ancora una volta riusciamo a diffondere grazie agli operatori della Polizia locale: a Jesolo l’attenzione verso chi commette dei reati è sempre alta e, in tempi brevi, i responsabili vengono individuati”.