martedì, 23 Aprile 2024
HomeVenetoMaltempo in Veneto: resta alta l'attenzione nelle zone più critiche

Maltempo in Veneto: resta alta l’attenzione nelle zone più critiche

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha pubblicato un bollettino con un aggiornamento dell’avviso di criticità idrogeologica per domani 2 marzo

Alla luce del miglioramento delle condizioni meteo, permane l’allerta gialla (fase di attenzione) per criticità idrogeologica e idraulica nei bacini dell’Alto Brenta – Bacchiglione – Alpone e Basso Brenta, mentre nel bacino Po, Fissero-Tartaro-Canal Bianco e Basso Adige si indica allerta gialla per sola criticità idraulica, riferita nello specifico al tratto terminale del fiume Po.

Si segnala il possibile innesco di frane superficiali e colate rapide sui settori montani, pedemontani, collinari delle zone in allerta. Permane la possibilità di innesco di colata detritica nel bacino del torrente Rotolon, dove è in atto un monitoraggio locale. Permangono superiori alla prima soglia i livelli idrometrici lungo l’asta del fiume Agno-Guà e canale Bisatto; lungo l’asta del fiume Fratta Gorzone i livelli permangono sostenuti e prossimi alla terza soglia alla sezione di Valli Mocenighe per effetto delle operazioni di scarico controllato del sistema di bonifica.

Le più lette