martedì, 16 Aprile 2024
HomeBreaking NewsMareggiata a Jesolo, colpita la zona della Pineta

Mareggiata a Jesolo, colpita la zona della Pineta

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Ma gli operatori tranquillizzano: “La spiaggia sarà pronta per l’inizio della stagione”. Chiuso sul Piave il ponte di barche

La scorsa una parte della spiaggia di Jesolo è stata interessata da una importante mareggiata. La zona colpita è sempre quella della Pineta, da piazza Torino al Trocadero, per circa 4 chilometri. Si stanno valutando i danni: l’area è più estesa rispetto al passato, ma l’incidenza delle problematiche non è uniforme. Sarebbe stata portata via però buona parte della sabbia che di recente era stata posizionata, così come da ripascimento programmato dalla Regione.

“Possiamo dare per certo – garantisce il presidente di Federconsorzi Arenili Jesolo, Antonio Faccoche per l’apertura del primo maggio, la spiaggia sarà garantita, con annessi i suoi servizi, lungo tutti i 15 chilometri di arenile. Non nascondo, al contempo, che cresce la preoccupazione per una situazione che si ripete ogni volta che si presentano queste condizioni climatiche. Da parte nostra continuiamo a lavorare a stretto contatto con l’amministrazione comunale, in un gioco di squadra che rappresenta una forza e una garanzia per il nostro arenile”.

“Il fatto che tra l’amministrazione comunale e gli operatori esista un filo diretto e un contatto costante, ci consente di intervenire in maniera immediata e puntuale rassicurando tutti sul fatto che all’apertura della spiaggia i servizi saranno garantiti come sempre – dichiara il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti -. Nel frattempo stiamo affrontando la fase di gara per il ripascimento di nostra competenza, che consentirà di sistemare quei tratti colpiti dal maltempo nel corso dell’inverno. Nei mesi scorsi, infatti, abbiamo registrato il verificarsi di fenomeni per i quali dovremo chiedere lo stato di emergenza alla regione Veneto che è sempre al nostro fianco”.

Piena del Piave, chiuso per diverse ore il ponte di barche

Nella notte appena trascorsa è stato anche chiuso il ponte di barche tra il paese e Fossalta, per la piena del fiume Piave. Interrotta, di conseguenza, la Sp.48 Noventa-Fossalta in località Ca’ Memo. La chiusura si è resa necessaria perché, in conseguenza delle forti piogge di ieri, è stata rilasciata da monte una quantità elevata di acqua, che ha fatto innalzare il fiume.

Una piena non importante, che ha raggiunto il suo culmine alle 3 di notte a Ponte di Piave, con un livello di 3,71 metri. Mentre a San Donà il culmine è transitato al livello di 2,19 metri. La chiusura del ponte di barche si è resa necessaria a scopo precauzionale, avendo il fiume superato solo di pochi centimetri la soglia di attenzione. In mattinata, con il progressivo rientro alla normalità del livello idrometrico, il ponte di barche a Noventa è stato riaperto.