mercoledì, 17 Aprile 2024
HomePadovanoPadovaMontà, in un appartamento rinvenuta droga e otto biciclette rubate

Montà, in un appartamento rinvenuta droga e otto biciclette rubate

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Un’operazione dei carabinieri della Compagnia di Padova ha consentito di arrestare uno straniero e recuperare refurtiva

I Carabinieri della Compagnia di Padova, in via Montà, hanno fermato un 32enne di origini tunisine che alla loro vista ha cercato di trafilarsi.

L’uomo, privo di documenti, è risultato destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Busto Arsizio nel settembre 2023 e gravato da specifici pregiudizi per droga. Perquisito sul posto, è stato trovato in possesso di 2,83 grammi di hashish e di un mazzo di chiavi che ha indicato essere quelle di casa, ubicata poco distante.

I fatti

Accompagnato a casa per verificare la presenza di eventuale altra sostanza stupefacente, all’interno dell’appartamento i militari hanno sorpreso un 26enne di Ponte San Nicolò intento a fumare una canna in compagnia di amici. Un 31enne di Ponte San Nicolò, una 21enne di Fiesso d’Artico ed il proprietario di casa, un 23enne di Villafranca Padovana.

Sul tavolino lì vicino, poi, i militari hanno trovato 3 pezzi di hashish per un peso complessivo di 90 grammi.

Durante il controllo dei locali, poi, i militari hanno trovato: in una stanza da letto, una “grown box” (strumento per la coltivazione della cannabis dotata di finestra di osservazione e di impianto di ventilazione/filtraggio dell’aria e lampada IUV IR) con all’interno 4 piante di marijuana.

Altri 21,18 grammi di hashish occultati sotto il divano letto utilizzato dal tunisino.

Bici rubate

Ancora: 8 biciclette di evidente valore economico, occultate sotto delle coperte, all’interno del garage. Le biciclette sono state sequestrate e sono state attivate le ricerche per risalire ai legittimi proprietari.

L’esito

Il tunisino è stato arrestato ed associato alla Circondariale di Padova.

Il 23 enne di Villafranca Padovana è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica ex art. 73 del Testo Unico sulla Sostanze Stupefacenti.

Mentre il 26enne di Ponte San Nicolò è stato segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti, alla Prefettura di Padova ex art. 75 del citato testo normativo.