martedì, 16 Aprile 2024
HomePadovanoPadovaPasqua in agriturismo. Verso il tutto esaurito

Pasqua in agriturismo. Verso il tutto esaurito

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Nei 200 agriturismi della provincia oltre settemila posti a tavola con i menù firmati dai cuochi contadini

Verso una Pasqua e Pasquetta 2024 da tutto esaurito negli agriturismi di Padova e provincia. Dai Colli Euganei alle porte della città, dall’alta alla bassa padovana nelle ultime settimane sono fioccate le prenotazioni nei quasi 200 agriturismi della provincia.

A pranzo o a cena, complessivamente, sono oltre settemila i posti a tavola disponibili, per la precisione 7.314 stando all’ultimo “censimento” di due anni fa.

Tra Pasqua e il Lunedì dell’Angelo saranno perciò circa 22 mila i clienti che sceglieranno di pranzare o cenare in agriturismo, a contatto con la natura e l’ambiente, per gustare i menù primaverili messi a punto dai cuochi contadini con i prodotti di stagione e del territorio.

Ormai la pandemia, sottolinea Coldiretti Padova, è un lontano ricordo e la Pasqua, quest’anno in anticipo, di fatto apre la lunga stagione che vedrà protagonisti gli agriturismi con le proposte di ristorazione ma anche di alloggio nei 1.490 posti letto disponibili in 119 aziende agrituristiche nella nostra provincia, e di relax all’aperto, a contatto con la natura e l’ambiente rurale.

Saranno una Pasqua e Pasquetta all’insegna dell’agriturismo, – conferma Emanuele Calaon, presidente di Terranostra Padova – tra pernottamenti, pranzi e visite, che sceglieranno di passare i giorni di festa riscoprendo la bellezza delle campagne e la bontà del cibo contadino gustato tra i paesaggi della nostra provincia”.

I numeri

Tornando ai numeri, rispetto al 2010 l’attività agrituristica ha conosciuto nella nostra provincia un vero e proprio boom, con incrementi a due cifre: il numero delle aziende agrituristiche è aumentato del 14,9%, la ristorazione del 52% e l’alloggio del 35%.

Migliaia di padovani ma anche clienti arrivati dal resto dell’Italia e pure dall’estero sceglieranno i ristori con menù sostenibili a km zero proposti dai cuochi contadini degli agriturismi di Terranostra Padova, che rappresenta quasi la metà degli agriturismi della nostra provincia. La conferma di questa scelta, oltre che dai numeri, arriva anche dalla tendenza delle ricerche di Google, dove tra quelle più frequenti in tema di agriturismo, c’è quella di “trova quella più vicino a me”, a significare di come i padovani puntino sulla vacanza primaverile tra le eccellenze del nostro territorio.

Il turismo nelle aziende agricole

 “Il turismo nelle aziende agricole e nelle aree rurali sta vivendo un periodo di grande fermento e innovazione–  aggiunge Calaon –  Con Campagna Amica stiamo costruendo una rete di esperienze nelle aziende agricole che non solo ha lo scopo di accrescere la presenza di turisti nelle aree rurali, ma anche contribuire a rendere più attrattiva l’offerta grazie alla promozione di territori, bellezze naturalistiche, architettoniche, buon cibo, prodotti enogastronomici di eccellenza ed esperienze contadine autentiche che sono una grande ricchezza italiana”.

ll successo degli agriturismi è spinto anche dalla riscoperta del valore storico, culturale e ambientale dei piccoli borghi, pensiamo a quelli dei nostri Colli Euganei ma anche della pianura. E’ l’occasione ideale per conoscere meglio il nostro territorio e i suoi prodotti di eccellenza, gustare piatti della tradizione all’insegna della stagionalità, ma anche concedersi una pausa dalla frenesia di tutti i giorni”.