mercoledì, 17 Aprile 2024
HomeRubricheCriptovalutePerché la criptovaluta ecologica eTukTuk ha raggiunto velocemente i $2 milioni in...

Perché la criptovaluta ecologica eTukTuk ha raggiunto velocemente i $2 milioni in prevendita

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Questo risultato testimonia il crescente interesse e il supporto per il progetto, dimostrando la fiducia degli investitori nel trasformare il settore del trasporto con soluzioni innovative e sostenibili.

 

Il mondo delle criptovalute presenta una vasta gamma di progetti, molti dei quali si concentrano su soluzioni eco-sostenibili. Nel corso degli anni, diversi progetti hanno proposto iniziative volte a promuovere una green economy all’interno del mercato delle criptovalute.

 

Uno dei più recenti ingressi in questo mercato è eTukTuk (TUK), un’iniziativa che si impegna a fornire stazioni di ricarica energetica per veicoli elettrici, promuovendo l’utilizzo di tuktuk (i tradizionali taxi di alcuni Paesi asiatici) ecologici sviluppati dalla stessa eTukTuk. Questo progetto mira a contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e all’adozione di pratiche sostenibili nel settore dei trasporti.

 

Per questo motivo, molti utenti mostrano interesse nello sviluppo di eTukTuk e nel suo token nativo TUK, disponibile ad un prezzo scontato durante la prevendita a $0,028. La presale continua ad attrarre nuovi investitori, evidenziando l’entusiasmo e l’attenzione verso le soluzioni eco-sostenibili nel contesto delle criptovalute.

 

Vai alla prevendita di eTukTuk

Cos’è eTukTuk

eTukTuk emerge come un’innovativa iniziativa automobilistica, pioniera nell’utilizzo della tecnologia blockchain e nella promozione della green economy. Il progetto si propone di rivoluzionare il settore introducendo un sistema che garantisce sicurezza nei pagamenti e regola le transazioni nel mercato dei veicoli elettrici (EV).

 

Con un focus particolare sulle economie in via di sviluppo, l’obiettivo primario di eTukTuk è fornire veicoli elettrici (EVSE) in varie regioni urbane e suburbane, rispondendo alla crescente domanda in paesi come l’India, dove si prevede un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 25% tra il 2023 e il 2028.

 

Per affrontare la carenza di sistemi di ricarica accessibili in queste regioni, eTukTuk non solo svilupperà veicoli a emissioni zero (ZEV), ma installerà anche stazioni di ricarica. Utilizzando il token $TUK basato su Binance Smart Chain (BSC), eTukTuk semplifica le transazioni, permettendo agli autisti di TukTuk di effettuare pagamenti presso le stazioni di ricarica tramite un’app dedicata. Partner territoriali locali supportano l’installazione e la gestione delle attrezzature in queste regioni.

 

Gli autisti possono guadagnare premi in TUK completando transazioni sulle stazioni di ricarica, mentre i detentori di token possono sfruttare il meccanismo di staking per ottenere rendimenti crescenti con l’aumento di stazioni e transazioni. Con un risparmio stimato del 400% sui costi per i conducenti di TukTuk, eTukTuk si presenta come una soluzione conveniente e sostenibile.

 

Il token TUK ha una fornitura totale di 2 miliardi, con il 21,5% disponibile attraverso staking e una distribuzione graduale in 15 anni. La prevendita offre l’opportunità di acquistare 300 milioni di token, attualmente quotati a $0,028. L’implementazione di una struttura di rilascio graduale e il coinvolgimento della community tramite sconti promettono un coinvolgimento a lungo termine degli investitori.

 

La roadmap di eTukTuk comprende una strategia di marketing che utilizza il 5% della fornitura di token per campagne e coinvolgimento della community. Con oltre 54.000 follower su Twitter e più di 15.000 membri su Telegram, il progetto sta già guadagnando visibilità e costruendo una base di sostenitori.

 

Guardando al futuro, eTukTuk mira a sfruttare la crescita del mercato globale dei veicoli elettrici, posizionandosi come un pioniere nel settore con un approccio sostenibile verso zero emissioni nette entro il 2050.

 

La sostenibilità è il centro di tutto

L’implementazione di un’opzione di ricarica autosufficiente consentirà alla rete di espandersi su scala globale. eTukTuk ha sviluppato una soluzione che permetterà la ricarica fuori dalla rete elettrica, sfruttando la tecnologia solare, garantendo così la durata dell’azione sostenibile proposta. I centri di auto ricarica di eTukTuk sfrutteranno l’energia solare per caricare una batteria da 250 kWh, garantendo una fornitura costante di energia anche in condizioni di maltempo o durante la notte.

 

Per accelerare la diffusione e massimizzare il numero di punti di ricarica, eTukTuk concentrerà inizialmente gli sforzi su stazioni di dimensioni ridotte. Parallelamente, lavorerà per individuare e installare siti più ampi necessari per creare stazioni di “Supercharging” alimentate ad energia solare, con capacità di 8-12 punti di ricarica.

 

La sostenibilità rappresenta la massima priorità per eTukTuk, e l’adozione di una ricarica rinnovabile contribuirà a rafforzare l’impatto ambientale positivo dell’intero ecosistema. Questa soluzione rappresenterà la fonte preferita di alimentazione a lungo termine per eTukTuk, evitando eventuali inefficienze nell’approvvigionamento elettrico mentre l’azienda si espande in nuove regioni nel mondo.

 

Vai alla prevendita di eTukTuk


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO

Give Emotions e la testata La Piazza Web non si assumono alcuna responsabilità per il testo contenuto in questo pubbliredazionale (realizzato dal cliente) e non intendono incentivare alcun tipo di investimento.

Le più lette