martedì, 23 Aprile 2024
HomePadovanoPadova SudPolo logistico di Maserà: continuano i botta e risposta tra sindaco e...

Polo logistico di Maserà: continuano i botta e risposta tra sindaco e comitato

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Fa ancora discutere il grande insediamento che dovrebbe sorgere nell’area artigianale di via Bolzani

È destinato a rimanere il tema caldo per i prossimi mesi il polo logistico che dovrebbe sorgere nell’area artigianale di via Bolzani a Maserà. Ad ogni dichiarazione ne seguono altre, in un continuo botta e risposta che vede il sindaco da un lato e, a lui contrapposti, la civica Comunità e territorio e il Comitato via Bolzani – no polo logistico.

«Se i cittadini sono a conoscenza di questa faccenda – dichiara Elena Coppola Comunità e territorio – è solo perché lo raccontiamo da maggio, quando le voci già circolavano in paese e il sindaco già aveva parlato con dei cittadini di opere di mitigazione. Oltre al fatto che a giugno la Giunta aveva approvato il piano urbanistico. Quindi lo sapeva ben prima del mese di luglio, come continua ad affermare. Inoltre, avendo appurato che le previsioni dell’area sono scadute, il sindaco avrebbe potuto ripianificare l’area, diminuendone l’estensione».

Il Comitato di residenti di via Bolzani, a ridosso delle cui case sorgerà il grande magazzino dedicato alla logistica, aggiunge: «Quello del nuovo hub logistico di via Bolzani è un progetto che nulla ha a che vedere col benessere o con le necessità del paese – dice Luca Bertolin, il portavoce – ma serve solo a riempire le casse del Comune con la conseguenza però di circondare di traffico e cemento la sessantina di famiglie che abitano a ridosso dei terreni destinati al polo logistico. Due rotonde e qualche marciapiede non bastano a risolvere tutti i disagi che i residenti dovranno sopportare in termini di rumore, inquinamento e smog. Abbiamo invitato il sindaco a partecipare alla serata informativa lo scorso dicembre a spiegare i benefici che Maserà dovrebbe ricavare dal nuovo hub logistico, ma si è ben guardato dall’intervenire».

Il sindaco Gabriele Volponi replica: «Quell’area è stata trasformata in artigianale nel 1999 e negli ultimi anni abbiamo ridotto il volume da 500mila a 120mila metri quadrati. I benefici dell’accordo, cui non possiamo sottrarci per legge, verranno investiti in tutto il territorio e il quadrante di via Bolzani vicino alla statale sarà sistemato dopo cinquant’anni. I camion entreranno ed usciranno per via Bolzani come fanno oggi per poi andare verso l’autostrada, visto che verso Maserà vige il divieto ai mezzi pesanti».

Cristina Salvato